Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il mercato milionario
che finanzia la Jihād
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il mondo rincorre
gli armamenti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il pane come simbolo
della condizione umana
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2016
24.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2017
22.03.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 22 marzo 2017 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
22.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2017
17.03.2017
Concorso per la nomina di direttori/direttrici e vicedirettori/vicedirettrici delle scuole medie
14.03.2017
Servizio circondariale dello
stato civile di Bellinzona: nuovi orari
A partire dal 3 aprile 2017 entreranno in vigore i nuovi orari di apertura dello sportello.
13.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della Statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2016
10.03.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da venerdì 10 marzo 2017 alle ore 14.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale
10.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2017 e quarto trimestre 2016
09.03.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2017 e quarto trimestre 2016
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

MOSTRA di Claudio Guarda
L’erudita ricostruzione
di un mondo ideale
Claudio Guarda


Archeologo, nonché grande storico dell’arte, J.J. Winckelmann (1717-1768) e A.R. Mengs (1728-1779), anche lui tedesco e pittore, sono i due grandi iniziatori del Neoclassicismo settecentesco. Con opere fondamentali di teoria e di analisi quali "Pensieri sulla bellezza e sul gusto nella pittura", scritta da Mengs nel 1762 e la celebre "Storia dell’arte dell’antichità" del 1767, opera ultima di Winckelmann, edita a Dresda un anno prima della sua morte, in contemporanea con il ponderoso volume dei "Monumenti antichi inediti" pubblicato a Roma addirittura a sue spese. E proprio su quest’opera di dotta erudizione e meticolosa raffigurazione si concentra la rassegna in corso al m.a.x museo di Chiasso.
Prima di entrare nel merito della rassegna, però, vale la pena di ricordare - in tempi come i nostri - che il Neoclassicismo di cui parliamo (a differenza di altri celebri ritorni al mondo classico, vedi il Rinascimento) rappresenta la conclusione di un lungo processo iniziato nel Cinquecento e perdurato fino a metà Ottocento, in cui, non gli "italiani", ma le anime colte del continente europeo scoprono e assumono come proprie le lontane nobili radici dell’antichità greco-romana. Il Neoclassicismo di cui ci occupiamo, quindi, altro non è se non il punto di arrivo di una lunga elaborazione di identificazione e specchiamento, incrementata da importantissimi ritrovamenti e scavi archeologici come quelli connessi alla riscoperta di Ercolano e Pompei tra il 1738 e il 1765.
L’intera produzione scritta del Winckelmann in questo senso diventa un punto di riferimento esemplare. Uomo di cultura enciclopedica, egli non contribuisce solo a determinare un gusto che poi si diffonde in tutta Europa, ma trova proprio nel mondo antico i fondamenti per una teorizzazione dell’arte come storia ed estetica fondate sulla rigorosa classificazione e lettura dei reperti archeologici e come erudita ricostruzione di un mondo ideale. A 300 anni dalla sua nascita il m.a.x museo gli rende omaggio con un’ampia esposizione dove, accanto alle oltre duecento grafiche dei "Monumenti", figurano manoscritti, matrici in rame e reperti archeologici provenienti dal Museo archeologico nazionale di Napoli, che accoglierà poi questa stessa rassegna.
26-02-2017 01:00

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Alluvione
in Perù
tre regioni
isolate

Francia
ucciso attentatore
all'aeroporto Parigi.
Era un francese

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch