Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Bipartitismo in stallo
da Madrid a Londra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

BUONA DOMENICA A…
Stefan Meierhans


Egregio Mister Prezzi,
le invidiamo i suoi nervi d’acciaio. È ammirevole la tenacia con cui si batte contro cartelli e lobby varie.
Ci sembra, però, una fatica di Sisifo nell’"Isola degli alti prezzi", dove i continui aumenti dei premi delle casse malati sono ormai una vergogna conclamata, dove per i generi alimentari si spende mediamente il doppio rispetto ai Paesi vicini, il roaming telefonico assomiglia ad un furto con destrezza, i farmaci, e persino riviste e quotidiani stranieri, si pagano a peso d’oro e dove, nonostante i pressanti inviti a usare i mezzi pubblici, i biglietti dei treni costano uno sproposito. L’anno scorso lei ha ricevuto un 29% di reclami in più, segno che la gente non ce la fa a reggere uno stillicidio di rincari che sta dissestando i bilanci delle famiglie. Lei coraggiosamente non molla. Pochi giorni fa ha chiesto una diminuzione del 2% per i biglietti dei treni. Già nel 2017 è riuscito a strappare alle Ffs ribassi per 80 milioni di franchi. Insista.
In Ticino, negli ultimi tempi le cronache ferroviarie raccontano di vagoni stipati all’inverosimile con i passeggeri costretti a viaggiare in piedi, altrove si registrano disservizi di ogni genere. Del mito delle Ffs è rimasta una beffa pagata a caro prezzo.
17-11-2019 01:00

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Praga:
la tecnologia
delle dittature
in mostra

Iran in piazza
contro il caro
carburante.
Un morto a Sirjan

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00