Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

La polizia e il migrante,
i perchè di una tragedia
L'INCHIESTA

Sono 85 mila i ticinesi
tartassati dalle Casse
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Ora aleggia il fantasma
del camionista polacco
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Dietro le autonomie
solo forza economica
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Da al Quaeda a Isis
tutto si è semplificato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
13.10.2017
Concorso letterario "Castelli di carta" – Cerimonia di premiazione, martedì 24 ottobre 2017, ore 18.30
13.10.2017
Aggiornata la pagina Protezione ABC con la pubblicazione dei dati statistici inerenti gli interventi del picchetto NOI nel 2016 [www.ti.ch/protezioneabc]
04.10.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 16 ottobre 2017.
28.09.2017
Pubblicati i dati statistici del passaggio di autobotti con merci pericolose sull'autostrada A2 presso Coldrerio nel 2016 [www.ti.ch/protezioneabc]
26.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2017
25.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2017
18.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio



DIARIO di Giuseppe Zois
Immagini articolo
Il senso del mistero
nella Cattedrale
Giuseppe Zois


Caro Diario, &softReturn;dopo 7 lunghi anni, finalmente la Cattedrale ha riaperto i battenti e tutti gli interessati, a vario titolo, possono rendersi conto, ammirare o criticare il risultato dei restauri di "nobile semplicità", come li ha definiti Pier Giacomo Grampa. Il vescovo emerito è stato il saldo timoniere della nuova tappa di conservazione, ammodernamento e adeguamento alle esigenze - ora consolidate - del rinnovamento post-conciliare. Si è superato il mezzo secolo da quell’evento che proiettò la Chiesa nella modernità e già sette vescovi, con l’attuale - Lazzeri - si sono succeduti in San Lorenzo.
DIRETTAMENTE dal cuore del Concilio che lo vide attivo a Roma, ci fu Jelmini, che già aveva avvertita forte, con lungimiranza, la necessità di dare respiro alla chiesa madre della diocesi. Fu lui a far rimuovere nel 1948 il primo "sontuoso" pulpito che chiudeva la vista a gran parte dell’assemblea fra i banchi, costringendola a quell’aria di mistero in cui si svolgevano i riti. Poi, sotto Martinoli, furono tolti il secondo pulpito e le balaustre, ciò che surriscaldò i rapporti tra le Commissioni diocesane di liturgia e arte sacra e i Monumenti storici. Si ricominciò con Corecco, che con l’architetto Tita Carloni pensava ad un riassetto radicale (compresi gli affreschi del Rusca e l’altare di fine Seicento) ma il progetto si arenò, anche perché ritenuto da molti troppo invasivo. Torti riprese a tessere la faticosa tela e ottenne approvazione, sostegno d’autorità e aiuti per la sistemazione esterna. Arrivò quindi la vigorosa spinta propulsiva di Grampa che nel 2010 fece decollare la fase più imponente, costata ben 15 milioni: che non è stato facile trovare ma che - un po’ qua e un po’ là, anche oltre ogni capacità di immaginazione - sono stati messi assieme.
DI SOLITO, per un monumento di antica storia e di pregio, si dice, con frase fatta, che "è stato restituito al suo splendore". Per la rinnovata Cattedrale si può certo parlare di splendore, ma è doveroso accostarlo al coraggio del nuovo, per interpretare anche - con un respiro di spazio e di libertà - il decollo dello spirito dei fedeli che, in questo luogo, si recano per pregare e per vivere il loro credo.
IN QUESTI giorni molti si sono recati o andranno a vivere l’emozione esteriore in San Lorenzo. Con il suo progetto l’architetto Pessina ha da una parte accettato il contenitore, cioè l’interno com’era, riuscendo a imprimere equilibrio, ordine, armonia al nuovo "volto" liturgico, ma con un arredo di essenzialità, sobrietà, luminosità e anche continuità, ad esempio nell’uso del materiale, come il marmo di Saltrio, lo stesso della facciata.
IL MISTERO di Dio non può aver paura della piena luce, anzi dev’essere guardato con occhi aperti. La grande novità della riforma liturgica nella ritrovata Cattedrale dà grande rilievo ai "segni" che introducono nel mistero della luce e della parola di Dio. Con il merito di evitare la dispersione del soprannaturale nella sola materialità esteriore.
15-10-2017 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra:
auto piomba
sul marciapiede,
diversi feriti

Russia:
Onda di proteste
anti-Putin finisce
in repressione