Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
16.12.2019
L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro ha pubblicato le date dei corsi di formazione inerenti la Legge federale sul lavoro e relative Ordinanze, previsti durante l’anno 2020
12.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2019
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una legge razziale
a rischio per l'India
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

FOGLI IN LIBERTÀ di Renato Martinoni
Dalla cucina all'arte
va di moda l'ironia
Renato Martinoni


Va di moda una parola: ironia. La si ripete fino alla noia. Un artista-non-artista incolla una banana a una parete, fra provocazione e compiacimento, e se un poveraccio, l’antiquato, cerca di protestare o azzarda un dubbio, gli urlano tutti in coro: "Testa di cavolo! Dove vivi? Ci vuole ironia". "L’arte è tutta e soltanto ironia". Guai a non saperlo! Guai a non essere d’accordo. Non siamo mica gli uomini di Neanderthal! Basta un tocco di ironia e tutto si spiega. Un cuoco stellato ficca fette di fico nelle fettuccine al finocchio finlandese, o manteca il sorbetto al pistacchio con il baccalà alla vicentina, e in men che non si dica c’è già chi commenta: "A tavola ci vuole proprio un filo di ironia". Ne basta un pizzico e tutto, ridendo magari per non piangere, si gusta cento volte di più. Altro che i vecchi menu! Qualcuno esce con un’acconciatura stravagante dal salone del parrucchiere (cioè colui che un tempo faceva le parrucche), metti con una testa metà composta a cespuglio e metà maltrattata da colpi secchi di rasoio, con qualche ciuffo rosa e qualche sparata azzurra, da sembrare una maschera di carnevale, e subito si aggiunge: "Quanto sarebbe noiosa la vita senza uno spruzzo di ironia". Basta una lisciata ironica e il mostro dispiega le ali.
Nel mondo degli stilisti poi, dove non di rado le sfilate colpiscono sotto la cintura per la loro eccentricità, non si sente commento, da mezzo secolo in qua, che non finisca con queste parole: "Nella moda ci vuole ironia". Basta uno spacco ironico e tutto respira. Nell’arte ci vuole ironia. A tavola ci vuole ironia. Dal coiffeur ci vuole ironia. Quando ci si veste ci vuole ironia. Come sarebbe noiosa la vita senza ironia! Una solfa barbosa. Cosa sarebbe il mondo senza almeno un soffio vigoroso di ironia? Una palla pallosa che gira intorno al sole. Senza neanche sapere il perché. E invece l’ironia mette il sale dove il sale manca, mette il pepe dove il pepe è richiesto, quanno ce vole ce vole, porta allegria dove il mondo è malinconicamente invaso dal grigiore muto delle nebbie.
Ma è veramente sempre così? Non è che troppo spesso l’ironia sia il fumo che chi è privo di idee getta negli occhi altrui? L’ultima monetina che butta sul tavolo chi non ha seri argomenti da spendere? La foglia di fico che copre le sciocchezze più insipide del quotidiano? Che sia non l’eccezione che, sorprendendo, crea l’originalità, ma la regola che, nascondendo, dà vita alla banalità che più banale non si può? Che non sia un paravento contro la mancanza di idee? Leviamoci allora di torno un po’ di ironia. Specie quella vuota che aiuta a dare un colore strambo al nulla. E riscopriamo la vera ironia. Il peperoncino che rende le cose davvero saporite.
26-01-2020 01:00

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

India:
il Gange
accoglie
i fedeli

Francia: a Parigi
si festeggia
il capodanno
lunare cinese

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00