Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il Califfo capitola
ma non all'estero
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Da al Quaeda a Isis
tutto si è semplificato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2017
14.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2017
11.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2017
06.09.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 settembre 2017.
05.09.2017
Pubblicati i dati di quattro ulteriori punti di misura delle PM2.5 in Ticino: Airolo, Locarno, Brione e Pregassona [www.ti.ch/oasi]
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2016
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
24.08.2017
Proscioglimento dagli obblighi militari 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

FOGLI IN LIBERTÀ di Renato Martinoni
Immagini articolo
Educare a riflettere
i giovani cittadini
Renato Martinoni


C’è una bella differenza fra il conservatore e il reazionario. Lo ha ricordato Leonardo Sciascia. Il conservatore, ha osservato il grande scrittore, conserva il meglio. Il reazionario conserva il peggio. Parrebbe una distinzione banale, forgiata da chi ama arrampicarsi sui vetri. E invece è rilievo importante, su cui bisogna riflettere con molta cura. Ci sono cose che devono essere conservate: non come si fa con le mummie, ma con rispetto, attenzione, desiderio (perché sono vive) di ricavarne un insegnamento e di giovare alla comunità. E ci sono cose che invece, proprio perché rischiano di diventare delle mummie relegate in un museo, possono purtroppo fare più danni che benefici.
La distinzione si presta a meglio definire il tormentone che sta riscaldando gli animi del cantone Ticino. Educazione alla cittadinanza o civica? Una materia inserita in un contesto vivo e perciò fertile (cioè l’educazione alla cittadinanza) o una materia che diventa fredda (cioè la civica, così almeno come la vogliono i suoi paladini) quando viene impropriamente disancorata dai nuovi bisogni? L’educazione dei giovani alla realtà spesso complessa che li circonda, ai loro diritti e ai loro doveri, è un compito sacrosanto affidato scuola. E proprio perché è a scuola che se ne deve parlare, occorre prendere la faccenda in modo serio. E tenere ben presenti le ragioni della scuola.
Bisogna perciò guardare la questione in maniera responsabile. Occorre avere la saggezza e la previdenza di innestare "civica" e "cittadinanza" nel mondo in cui viviamo. Pertanto pensare di insegnare la civica, a sé, come viene proposto in votazione dal mondo politico rischia di essere non solo poco efficace, o inutile, ma addirittura dannoso. Invece è fondamentale scegliere strade diverse, assai più incisive, che sappiano combinare nel modo migliore e più adeguato, per i giovani cittadini, la conoscenza del Paese (le istituzioni, i fondamenti della democrazia) con le loro visioni e con i mutamenti profondi con cui la società di continuo si confronta. È quello che la scuola sta già facendo. Insegnare significa trasmettere delle conoscenze, e questo è importantissimo. Ma vuol dire anche portare a riflettere seriamente intorno a queste conoscenze. Che molti giovani non sappiano che cosa è un referendum non è certo rallegrante (ma sono molte le cose che i giovani devono imparare…). Un’educazione alla cittadinanza che faccia posto alla civica (dentro, non fuori e in ore separate) è senza ombra di dubbio l’unica via ragionevole oltre che veramente rispettosa e destinata ad avere successo. Vogliamo formare dei giovani o delle macchinette? Conserviamo allora il meglio e diciamo no a una proposta che sa di reazionario.
17-09-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra
migliaia
manifestano
contro la Brexit

Bangladesh
Rohingya,
rischio di crisi
umanitaria

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch