Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Approcci differenti
...non funzionerà!
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Gli imprevedibili
soldati del Califfo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il "ciclone Trump"
lascia solo macerie
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cade l'ultimo tabù
per sfamare il pianeta
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Le contraddizioni
faranno gravi danni
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.05.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2017
22.05.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, aprile 2017
17.05.2017
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 29 maggio prossimo
11.05.2017
Militare: Visite di reclutamento 2017
11.05.2017
Tiro obbligatorio 2017
02.05.2017
Pubblicato il nuovo Questionario legislatura 2017-2021 per i Patriziati
26.04.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'8 maggio prossimo
26.04.2017
"La quiete stimola" 26 aprile 2017: giornata contro il rumore [www.ti.ch/rumore]
25.04.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da martedì 25 aprile 2017 alle ore 17.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
18.04.2017
Il Dipartimento del territorio, in collaborazione con il Dipartimento delle istituzioni, mette in consultazione il progetto di Piano di utilizzazione cantonale (PUC) che pone le basi per la realizzazione del centro di addestramento e del poligono di tiro al Monte Ceneri [www.ti.ch/dstm-consultazioni]
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

IL PUNTO di Gerhard Lob
Immagini articolo
Per i verdi liberali
la rinascita è donna
Gerhard Lob


Nella Svizzera tedesca l’annuncio di Martin Bäumle, che lascerà la presidenza del Partito verde liberale (Pvl) ha avuto un’eco molto vasta. E questo non sorprende. Martin Bäumle non solo ha fondato il partito a livello nazionale nel 2007, ma in questi dieci anni è stato, in un certo senso, un uomo-partito. Viene in mente un’analogia con il Partito borghese democratico, che ha costruito la propria identità sulla persona dell’ex consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf.
All’inizio Bäumle sembrava aver trovato  l’uovo di Colombo con la sua "creatura". Un partito ecologico, ma meno dogmatico dei Verdi, e soprattutto allo stesso tempo liberale, cioè a favore di un’economia di libera concorrenza. Non sorprende che questo mix abbia trovato sostegno soprattutto nell’area di Zurigo, dove sono tutti un po’ ecologisti, ma si godono anche gli alti stipendi creati dal libero mercato. Una situazione molto "eco-liberal-chic".
In effetti i Verdi liberali hanno avuto un successo iniziale senza precedenti. I primi tre consiglieri nazionali, eletti nel 2007, venivano tutti da Zurigo, e con Verena Diener il partito era entrato anche agli Stati. Alle elezioni nazionali del 2011, il Pvl raggiunge il 5,4 percento dei consensi e ottiene 12 seggi al Nazionale. Da lì, la stagnazione. L’approccio tecnico e razionale alla politica non sembra in grado di conquistare il cuore di un elettorato più ampio. Sembra un partito di accademici. E ciò si deve soprattutto a Martin Bäumle, un scienziato e studioso dell’atmosfera, che col suo modo molto razionale di fare politica non sa suscitare emozioni. Ma si sa: in politica i fattori emotivi giocano un ruolo importante. Il risultato è che dal 2015 il partito può contare solo su sette rappresentanti alla camera bassa, mentre in quella alta non è rimasto nessuno.
Anche la chance di sfondare grazie ad una votazione è fallita. L’unica iniziativa popolare lanciata dal partito si è infatti trasformata in un boomerang. L’idea di un’"imposta sull’energia invece dell’Iva" è stata bocciata nel 2015 dal 92 per cento dei votanti. Un record negativo nella storia delle votazioni in Svizzera.     
Il 26 agosto il partito si riunirà per eleggere un nuovo presidente nazionale. O una presidente, poiché in pole-position ci sono  sono due donne : Tiana Angelina Moser, presidente del gruppo alle camere federali, e la consigliera nazionale Kathrin Bertschy. Per il partito il passo è difficile, ma può essere l’occasione per emanciparsi dalla figura di Bäumle e rinnovarsi. A lui va comunque il merito di essere riuscito a fondare un partito nazionale, che in 10 anni non è sparito. E anche a livello cantonale è presente in 19 realtà e in 17 parlamenti. Non si può dire che sia un risultato da buttare.
28-05-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Papa Francesco
a Fatima,
fra 600.000
pellegrini

Egitto
17 mummie
scoperte
a Minya

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch