Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


Le carte segrete
dello scandalo Argo1
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia riprende
ma la paura rimane
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il dialogo possibile
fra Corea e Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Europa dia più soldi
per aiutare i migranti
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.08.2017
Aggiornati i dati sulla qualità igienica delle acque di balneazione rilevati dal Laboratorio cantonale [www.ti.ch/oasi]
27.07.2017
Avviso di prudenza del 27.07.2017 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2017 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
25.07.2017
La Documentazione regionale ticinese (DRT) ha pubblicato un nuovo dossier sulla caccia e pesca in Ticino
20.07.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2017
18.07.2017
Giornate informative obbligatorie 2017
07.07.2017
Aggiornato l'elenco dei tecnici riconosciuti della polizia del fuoco [www.ti.ch/edilizia]
03.07.2017
Quinto/Cascina Rosserrora - coordinate 696/150 - Predazione 1 capra
30.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2016
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

IL PUNTO di Gerhard Lob
Immagini articolo
Il nuovo ministro?
Sarà un lobbista
Gerhard Lob


Nella corsa per la successione di Didier Burkhalter tutto sembra portare a un ticket con due candidati, il consigliere nazionale ticinese Ignazio Cassis e la sua collega vodese Isabelle Moret. La probabile lotta fra i due è anche una lotta fra lobbisti nel campo della sanità. Cassis è presidente di Curafutura, l’associazione mantello di quattro grandi casse malati - un incarico retribuito con 180mila franchi all’anno e che ha già fatto molto discutere nel Paese. Fino al 20 settembre il politico ticinese ha congelato il suo impegno per Curafutura, pur ricevendo ancora una quota parte dello stipendio.
L’avvocato Moret invece è presidente dell’Associazione degli ospedali H  che non solo rappresenta nosocomi pubblici ma anche cliniche private come Hirslanden. Riceve 44’000 franchi all’anno per questo incarico che prevede circa 8 - 10 riunioni e nonostante la sua candidatura ha deciso di non sospendere l’impegno fino alla data dell’elezione del nuovo consigliere federale. Una scelta che ha fatto meno discutere.
L’opinione pubblica sembra dividere fra i lobbisti "cattivi" e quelli "buoni", ed in questa ottica le casse malati appaiono chiaramente più cattive degli ospedali. Comunque non è detto che Isabelle Moret con la sua funzione attuale porti al cittadino medio un vantaggio, dal momento che non vuole accettare una riduzione delle tariffe mediche nell’ambito del contenzioso Tarmed che include anche i costi ambulatoriali. Difende infatti gli interessi dei medici. Le casse malati invece chiedono agli ospedali di ridurre i costi per poter abbassare (o almeno non aumentare) i premi. È evidente: Cassis e Moret difendono interessi opposti.
Importante è comunque una buona immagine. Questo ha capito Isabelle Moret, dopo che la radio romanda Rts questa settimana l’aveva individuata come una lobbista vicina alla industria bellica, visto che era membro del gruppo "Sicurezza e tecnica di difesa" (Asuw) come indicato da Lobbywatch. Una vicinanza sicuramente non ben vista dai parlamentari di sinistra dei cui voti avrà bisogno. Moret inizialmente ai microfoni ha negato persino di conoscere il gruppo, per poi dire che si trattava di un problema di traduzione, visto che non capiva il nome dell’associazione in francese. Ad ogni modo ha chiesto lo stralcio dal gruppo.
Moret è pure membro del consiglio d’amministrazione della Swissgrid Ag, il gestore di rete di trasmissione svizzero ad alta tensione. E anche Cassis non è solo presidente di Curafutura, ma dispone di un lungo elenco delle relazioni d’interesse. Relazioni che finiscono materialmente dopo una eventuale elezione in consiglio federale, ma sicuramente lasciano tracce nel pensiero di un politico.
13-08-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

G20:
corteo pacifico
contro
le violenze

Ankara-Istanbul:
opposizione
in marcia
per la giustizia

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch