Altri articoli
di 0
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
Dal letargo per anziani
alla mazza per renitenti
Franco Zantonelli


Ad ascoltare alcune sortite di personaggi che dovrebbero rassicurare, quantomeno dar prova di autorevolezza, parrebbe che il Covid-19 metta a dura non solo i polmoni ma, pure, i limiti dei rispettivi ruoli. Dopo il memorabile invito al letargo degli anziani di Matteo Cocchi, arriva l’evocazione della mazza per i renitenti alle regole da parte di Max Hofmann, segretario della Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia.
Da registrare, pure, un’intemerata del Direttore della Rsi, Maurizio Canetta. Il quale, in diretta tv, ha definito "idioti", peggio ancora "la vergogna della società", quelli che si sono fatti un selfie, mentre applaudivano il personale sanitario, impegnato contro il coronavirus. Tutti toni decisamente sopra le righe, che attribuiamo al clima surreale, creato dall’epidemia. Surreale troviamo un episodio che, al Tg Rsi di qualche giorno fa, ha avuto per protagonista il costituzionalista italiano Michele Ainis. Il quale, nel corso di un’intervista, ha equiparato il sentimento che si prova alla perdita di alcuni diritti acquisiti, con la nostalgia per "una vecchia moglie che ti abbandona e che scopri era importante nella tua vita". Magari perché, per l’esimio studioso, la vecchia moglie, come la gallina, faceva un buon brodo.

A voler credere al sito Dagospia del focolaio di coronavirus, accertato a St. Moritz, sarebbe responsabile una coppia definita "molto social" della Milano bene. Alcuni esponenti della quale sarebbero stati contagiati e verrebbero curati, in gran segreto, in cliniche di lusso. L’unica cosa certa è che, fino al 13 marzo, si è potuto sciare a St. Moritz consentendo a migliaia di persone di contagiarsi reciprocamente. La stessa cosa è capitata in un’altra stazione invernale per vip, Verbier, dove i medici del luogo temono una situazione "peggiore di quella italiana". Da St. Tropez delle Alpi, per riprendere una definizione creata dalla stampa britannica, la località vallesana rischia di diventare un lazzaretto per malati di Covid-19.

Anche in epoca di pandemia conclamata ci sono degli irriducibili convinti che si stia esagerando, per qualcosa che è poco più di un’influenza. Sul sito del giornalista Nicola Porro compare un lungo articolo in cui si critica la politica del lockdown, introdotta dal Governo Conte.
"Di fronte a un’infezione lieve- viene affermato -tutto il paese è in preda al panico più totale, in cui si oscilla tra la retorica e i carri funebri". Avrebbe sicuramente condiviso il concetto Don Ferrante, il personaggio manzoniano che attribuiva la peste agli influssi astrali, riteneva inutili le precauzioni suggerite dai medici e inevitabilmente si ammalò.
29-03-2020 01:00


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00