LE PAROLE di Franco Zantonelli
Immagini articolo
Quando ti scappa
vai a farla tra i fiori
Franco Zantonelli


E  come pissoir una bella fioriera. A Losanna, stufi dell’acre odore degli ettolitri di ricordini, lasciati dai nottambuli, negli angoli bui delle strade, si è deciso di contrastare il malvezzo con garbo. Invece di tappezzare la città di goffi toi toi, a chi scappa verrà offerta la possibilità di liberarsi in un contenitore per fiori, trasformato in toilette.
Il bisognino, la cui puzza è mascherata da un profumo di lavanda, finisce in un capace cassetto che, quando è pieno, invia un segnale agli operatori ecologici, i quali si affrettano a svuotarlo. Perché trabocchi si può, tuttavia, utilizzarlo per ben 600 volte.
Alla gare de Lyon di Parigi ne sono stati piazzati due esemplari e pare abbiano contribuito a rendere la stazione meno sporca. Forse perché farla tra i fiori è meno sgradevole che farla di nascosto.
***
I guai provocati dai gas a effetto serra non risparmiano le aule scolastiche. Al punto che un’eccessiva presenza di CO2, in alcune classi elementari svizzero-tedesche, potrebbe configurare una violazione del Protocollo di Kyoto. CO2 che, secondo alcuni maestri, contribuirebbe all’abbiocco degli allievi, durante le lezioni. Basta, però, arieggiare un pò l’ambiente, perché i bambini ritrovino vivacità e attenzione.
D’altronde, misuratore alla mano, nelle aule prese in esame i quantitativi di anidride carbonica registrati sono 4 volte superiori alla norma. Secondo la ricerca di un’università californiana fenomeni analoghi si verificano negli uffici. Per risolvere il problema si consiglia di introdurre dispositivi in grado di rilevare tali livelli,  consentendo l’apertura automatica delle finestre e delle porte per il ricambio dell’aria. Sempre che, dall’esterno, non entri lo smog a vanificare il risultato.
***
Negli anni ’90, quando il presidente Usa Bill Clinton diede di fatto impulso all’era di internet, Daniel Rüegg, titolare della più piccola cassa malati elvetica, non ci badò più di tanto. Così è andato avanti a lavorare con penna e macchina da scrivere, infischiandosene dei computer.
Per l’Ufficio federale della sanità il suo immobilismo tecnologico non è, tuttavia, più accettabile, in quanto provoca inutili costi. Quindi, o il signor Rüegg si mette al passo con i tempi, oppure  chiude. La sua vicenda ha evocato l’impari lotta di Davide contro Golia. E se, invece, ci trovassimo di fronte a un epigono del Don Ferrante manzoniano, ovvero a un sapientone con una mentalità arretrata e conservatrice?
28-05-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch