Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La "pentola" siriana
minaccia di esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ecco le forze militari
sulla scena siriana
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il pane come simbolo
della condizione umana
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
26.04.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'8 maggio prossimo
26.04.2017
"La quiete stimola" 26 aprile 2017: giornata contro il rumore [www.ti.ch/rumore]
25.04.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da martedì 25 aprile 2017 alle ore 17.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
18.04.2017
Il Dipartimento del territorio, in collaborazione con il Dipartimento delle istituzioni, mette in consultazione il progetto di Piano di utilizzazione cantonale (PUC) che pone le basi per la realizzazione del centro di addestramento e del poligono di tiro al Monte Ceneri [www.ti.ch/dstm-consultazioni]
13.04.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2017
06.04.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 6 aprile 2017 alle ore 17.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
02.04.2017
Consiglio comunale di Bellinzona: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Municipio di Paradiso: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Consiglio comunale di Paradiso: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Consiglio comunale di Riviera: pubblicati i risultati definitivi
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

NUMERI di Loretta Napoleoni
Immagini articolo
La quiete prima
della tempesta
Loretta Napoleoni


Il numero sette è al momento un numero importante in borsa, è il valore di crescita del mercato azionario mondiale dall’inizio dell’anno. Sette è anche di gran lunga più grande di zero, che è il rendiconto del mercato obbligazionario. Certo è sorprendente una crescita di questo tipo - l’azionario ha contribuito per il 64 per cento alla crescita di tutti i beni  finanziari nel 2017 - crescita che avviene in un momento di incertezza globale con i notiziari che mettono in guardia contro una catastrofe politica dopo l’altra e con gli indicatori economici ancora anemici e la ripresa sempre lontana.
Vale la pena di capire i motivi di tale crescita. Certo non è legata all’andamento del prezzo del petrolio, l’oro nero ne ha contribuito meno di zero infatti, con una riduzione dell’1 per cento. Gli indici azionari globali sono saliti grazie alla politica espansionista delle banche centrali, il "quantitative easy" (Qe), che l’ha gonfiata del 13 per cento. Tanto per avere un’idea dell’ampiezza del Qe, i bilanci delle banche centrali sono cresciuti di mille miliardi di dollari. Ma torniamo agli indici. Come mai salgono in un momento così critico? Possibile che le banche centrali stiano ancora trainando la borsa? La risposta è non solo positiva ma interessante. Infatti a differenza di qualche anno fa le banche non sono solo la cinghia di trasmissione tra le autorità monetarie, la Bce, che stampa denaro e gli investitori, alcune sono anche soggetti finanziari quotati in borsa che stanno rimettendo in ordine i loro affari proprio grazie ai soldi della Bce. Le azioni di alcune grosse banche europee infatti sono salite.
Altro settore in espansione è quello tecnologico che ormai rappresenta il 22 per cento del mercato azionario globale ed è cresciuto dell’11 per cento mentre quello energetico è sceso dell’8 per cento ed ormai ha un valore di appena il 6,5 per cento sugli indici azionari.
Il mondo cambia, dunque, e ce ne rendiamo anche conto dai guadagni degli Hedges che nel 2017 si aggirano intorno ad un misero 2,5 per cento. Il mondo cambia ma non è detto che migliori, cosa succederà quando la Bce smetterà di stampare euro? E cosa succederà se in Francia vincerà la destra estrema e Draghi perderà l’appoggio di questa nazione?
Tanti i punti di incertezza che il mercato ha deciso di ignorare, per ora naturalmente, ma che dovrà affrontare al più presto, anche la prossima settimana se Le Pen vincerà il primo turno delle presidenziali francesi e se lo farà con un grande margine. Per adesso non ci rimane che goderci la quiete prima della tempesta.
23-04-2017 07:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siriani in Usa
divisi
sull'attacco
di Trump

Eta
il giorno
della consegna
degli arsenali

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch