Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se la democrazia
è a colpi di canone
L'INCHIESTA

"Troppe espulsioni
sgretolano le famiglie"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Al miliardario velista
il "flash" costa caro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Risiko criptovalute
simulando Wall Street
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.
28.12.2017
Pubblicati online gli oggetti che sottostanno all’Ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR) con le loro aree di coordinamento [www.ti.ch/oasi]
28.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2017
21.12.2017
Riqualifica del fondovalle di Airolo: credito di 50 milioni di franchi quale contributo cantonale [www.ti.ch/cantieri]
19.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
19.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 19.12.2017 [www.ti.ch/caccia]

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

NUMERI di Loretta Napoleoni
Immagini articolo
Quel Tamigi amato
Pink Floyd e da Apple
Loretta Napoleoni


Il fondo sovrano della Malesia, Permodalan Nasional Bhd, ha deciso di acquistare a Londra la celeberrima centrale elettrica di Battersea, costruita nel 1933 ed immortalata negli anni Settanta sulla copertina dell’album dei Pink Floyd, Animals. La centrale è stata da poco scelta dalla Apple quale suo nuovo quartier generale nel Regno Unito, appena i lavori di ristrutturazione saranno terminati tutto il personale si sposterà nei nuovi uffici che si affacciano sul Tamigi. Il fondo sovrano malese ha pagato l’immobile, che comprenderà non solo uffici ma appartamenti di lusso, palestre, negozi, cinema e ristoranti, 2,2 miliardi di dollari. Un gruppo di costruttori malesi già sta sviluppando i 17 ettari che circondano la vecchia centrale, dove verranno costruite 43 mila abitazioni. Un progetto enorme, insomma, che dovrebbe essere terminato a breve, entro il 2020. Intanto, ha già  trasformato il quartiere londinese di Battersea in una delle zone più gettonate, ed anche più care della capitale londinese.
La trasformazione di Battersea è iniziata nel lontano 2007, quando l’amministrazione di George Bush decise di spostare l’ambasciata americana dall’elegante quartiere di Mayfair a Nine Elms, a meno di un chilometro dalla centrale elettrica di Battersea. Un progetto costato 1,2 miliardi di dollari e conclusosi all’inizio di gennaio con l’apertura della nuova sede diplomatica, una vera fortezza urbana circondata anche da un fossato dove scorrono le acque del Tamigi. Grande assente alla cerimonia di inaugurazione il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.
A quanto pare Trump, che prima di buttarsi in politica era impegnato nell’industria immobiliare, non è al corrente della trasformazione di Battersea e di tutta l’area che va da Waterloo fin dopo Wandsworth a sud del Tamigi. Ed infatti, uno dei motivi per i quali ha deciso di non tagliare il fiocco della nuova ambasciata è stato proprio perché si trova a sud e non a nord del fiume, in una zona dove l’immobiliare, secondo lui, costa poco. Ed ha aggiunto che è stato un errore vendere il vecchio edificio a Mayfair, errore che Trump attribuisce all’amministrazione Obama anche se la vendita è stata concordata da quella di Bush.
Gli investitori malesi non hanno neppure fatto caso ai commenti di Trump, la presenza dell’ambasciata a pochi passi dai grattacieli che stanno costruendo sulla riva meridionale del Tamigi è sicuramente positiva. Tutti i 250 appartamenti della centrale elettrica sono già stati venduti ed il progetto per la costruzione di due stazioni della metro nella zona sta per iniziare. Il valore del nuovo immobile dell’ambasciata americana potrebbe presto salire, e chissà, forse a quel punto anche Donald Trump si convincerà finalmente a visitarla.
21-01-2018 01:00

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Vienna:
"Non lasciate
governare
i nazisti"

Repubblica Ceca:
per le presidenziali
sarà
ballottaggio