La moda
L'evergreen primaverile
è la pelle scamosciata
LINDA D'ADDIO


Un evergreen delle mezze stagioni. Si può definire così la pelle che per questa primavera estate si alleggerisce e sfila soprattutto in versione scamosciata. Una naturale citazione che ci riporta inevitabilmente agli anni '70 e al gusto folk che hanno condizionato, e non poco, le nuove collezioni. Non a caso si trasferisce dagli accessori ai singoli capi, piccoli pezzi e capospalla, del guardaroba femminile spaziando dalle nuance naturali e calde della terra alle tinte pastello e ai toni più decisi che dal senape approdano all'arancio, al rosso, al prugna, al verde e al bluette. E sempre riferite a quegli anni compaiono le frange e i lacci che rinnovano le camicie, gli abiti, i pantaloni e persino le borse.
Ma la comparsa del suède, termine inglese che definisce il camoscio, come pure delle frange e dei lacci, in realtà risale a molto tempo prima, a quando le tribù dei pellerossa iniziarono a conciare la pelle per crearsi vestiti e accessori. Casacche in pelle di daino, gambali, abiti, gilet, pantaloni e mocassini. Da allora questo materiale è tornato alla ribalta a fasi alterne, nella moda e al cinema, e ha conosciuto un vero boom negli anni 70 con l'avvento del gusto folk e dei pantaloni a zampa.
Antenati "celebri" dei modelli sfilati in questa stagione si possono ritrovare nella collezione romantica di Yves Saint Laurent del 1969 in cui fece clamore la camicia di camoscio nera. Nel supersexy bikini di suède indossato da Ursula Andress nel film di James Bond. E nella giacca con le frange che Dennis Hopper indossava nel film Easy Rider, 1969. Ma il vero boom della pelle scamosciata avviene l'anno seguente quando spopola l'hippy style che porta in auge il total suède, dagli chemisier ai pantaloni passando per giacche e sahariane. E proprio sulla scia di quel gusto i grandi marchi ripropongono e rivisitano la pelle scamosciata. Si colora di rosso ciliegia la casacca di Gucci, dello stesso colore tinge il completo, casacca e miniskirt con balza traforata, Tommy Hilfiger. Color prugna il due pezzi, giacca e pantalone ricamati, di Matthew Williamson. Più delicata, rosa pastello, la nuance del sandalo da gladiatore di Chloè. È giallo senape il pantalone morbido in camoscio con risvolto di Gucci. Verde il trench di Loewe. Bluette il completo, giubbino zippato e minigonna di Blumarine. Color jeans e doppie impunture per la tuta con taglio camicia di Trussardi. Verde bosco per i pantaloni alla caviglia di Chanel, salvia il trench di Jason Wu.
Molte anche le proposte che puntano sui diversi toni naturali della pelle che spaziano dal sabbia al beige, dal color camoscio al marrone scuro. In questa gamma ritroviamo la tuta lunga e fluida con rever di Max Mara, il due pezzi, camicia casacca e shorts, di Chloè, il miniabito con frange di Alberta Ferretti, il pantalone alla caviglia Porsche Design.
15.02.2015


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, luglio 2018
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole