Benessere
Immagini articolo
Il test Hpv per trovare
il tumore all'utero
CRISTINA GAVIRAGHI


Da quando, circa 60 anni fa, è stato introdotto nella pratica clinica, il Pap-test, esame citologico capace di individuare lesioni precancerose in cellule prelevate dal collo dell’utero, ha ridotto drasticamente la mortalità del tumore alla cervice uterina. In questi anni, però, la ricerca ha fatto progressi. Dagli anni ottanta è apparso sempre più chiaro che questa neoplasia deriva principalmente da un’infezione, trasmessa per via sessuale, da virus del Papilloma umano (Hpv), in particolare da due tipi del virus. L’infezione da Hpv è comune, si stima che l’80 per cento di individui sessualmente attivi entri in contatto col virus una volta nella vita, ma spesso è asintomatica e si risolve spontaneamente.
In certi casi, però, può persistere e, se il virus Hpv coinvolto è ad alto rischio oncologico, si può sviluppare una lesione precancerosa che, nel tempo, potrebbe evolvere in cancro. "È ormai chiaro che il test per individuare la presenza di Hpv può migliorare l’efficienza dello screening del cancro alla cervice", dichiara Gayle Shinder oncologa e vice direttrice di Preventive Medicine, una rivista che ha dedicato un numero speciale alla questione, presentando una serie di studi che ribadiscono la maggior sensibilità del test Hpv, rispetto al Pap-test, nella prevenzione del tumore al collo dell’utero. Questo test molecolare riesce a individuare nelle cellule la presenza del Dna virale, lanciando un campanello d’allarme sulla possibile presenza di lesioni precancerose che vanno poi indagate con altre analisi. Sono molti gli esperti a chiedere che il vecchio Pap-test ceda il passo, in prima battuta, a questo nuovo screening.
Tanti sarebbero i vantaggi; non solo la possibilità di scoprire le lesioni con più anticipo, ma anche quella di dilatare l’intervallo tra un esame e l’altro: cinque anni, contro i tre richiesti dal Pap-test. Quest’ultimo non andrebbe comunque in pensione, servirebbe per coadiuvare una diagnosi in seguito a una positività per il virus e nelle donne al sotto dei 30 anni, dove il test Hpv rileva molte lesioni destinate a regredire spontaneamente. Alcuni Paesi hanno già implementato questo cambiamento nella strategia preventiva, ma restano aperte alcune controversie sulla sua fattibilità, anche economica, specialmente nelle zone meno sviluppate.
26.02.2017


IL DOSSIER


Le carte segrete
dello scandalo Argo1
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
S'investa sui migranti,
una fantastica risorsa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Terrore continuo...
si onora il Ramadan
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Europa dia più soldi
per aiutare i migranti
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
20.07.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2017
18.07.2017
Giornate informative obbligatorie 2017
07.07.2017
Aggiornato l'elenco dei tecnici riconosciuti della polizia del fuoco [www.ti.ch/edilizia]
30.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2016
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
23.06.2017
L'Ufficio dei lavori sussidiati e degli appalti ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
20.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2017
20.06.2017
Pubblicata la statistica finanziaria "i conti dei comuni nel 2015"
14.06.2017
Pubblicato il nuovo sito tematico "Circonvallazione Agno-Bioggio" [www.ti.ch/circonvallazione]
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

G20:
corteo pacifico
contro
le violenze

Ankara-Istanbul:
opposizione
in marcia
per la giustizia

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch