Due parole
La politica dei segnali
per forzare la legalità
LIBERO D'AGOSTINO


Mentre il governo cercava di fare un passo indietro senza perdere la faccia sulla Lia, la  controversa legge sull’albo degli artigiani, bersagliata da decine di ricorsi e silurata da una prima sentenza del Tribunale amministrativo, il parlamento ha approvato l’iniziativa ppd per il controllo sistematico dei nuovi permessi di lavoro. Un’altra misura contraria al diritto superiore e agli accordi bilaterali con l’Ue. Nel nome della difesa del mercato del lavoro dai frontalieri e dalle imprese d’oltre confine, a Palazzo delle Orsoline si persiste nell’illegalità con "la politica dei segnali". Per dimostrare ai cittadini che si fa qualcosa, si viola il sistema legale con provvedimenti che non si possono, poi, applicare perché contrari alle leggi nazionali.
Un delirio protezionista e antistranieri che ha clamorosi precedenti. Andando indietro nel tempo: la richiesta dello statuto speciale per il Ticino, quella di abolire l’accordo del 1974 sui frontalieri, l’iniziativa per affidare al Cantone la competenza nel fissare i contingenti per i lavoratori d’oltre confine e la proposta di far pagare loro una "tassa di d’entrata". Rivendicazioni tutte bocciate da Berna.  
Ma non ci si è fermati a questo. L’ossessione protezionistica e l’illegalità come politica legislativa si sono addirittura incancrenite: blocco parziale dei ristorni dei frontalieri; certificati penali per i permessi di lavoro e di dimora per la manodopera estera (misura poi in parte rientrata); la tassa sui posteggi, contestata da numerosi ricorsi, che dietro l’alibi della tutela ambientale mira a colpire i frontalieri; l’iniziativa "Prima i nostri" che ha margini di applicazione pressoché nulli per i limiti imposti dal diritto federale e dagli accordi bilaterali.
Anche per i salari minimi si è sul filo della legalità. Con una sostenibilità giuridica molto fragile tra i paletti fissati dal codice delle obbligazioni e i vincoli di legge che separano la politica sociale da quella economica.

l.d.a.
04.02.2018


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, luglio 2018
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole