Il direttore della Divisione socialità Renato Bernasconi
Immagini articolo
'Non siamo controllori,
sosteniamo gli assistiti'
PATRIZIA GUENZI


Il cantone non è il cane da guardia di chi è al beneficio dell’assistenza, ma sostiene chi è nel bisogno, lo aiuta a superare un momento di difficoltà". Questa, in sintesi, l’opinione di Renato Bernasconi, direttore della Divisione dell’azione sociale e delle famiglie, che al Caffè spiega: "Il compito dei nostri operatori non è fare i controllori, è un ruolo più amministrativo - spiega -, dobbiamo accompagnare queste persone con un sostegno economico, garantire loro una vita dignitosa". Un sostegno che non è eterno. Ha scadenze ben precise: mensili, bimensili, semestrali o annuali in cui si riesanima la situazione dell’assistito. Si verifica se c’è ancora un reale bisogno, se i versamenti sono sufficienti o se nel frattempo sono subentrate altre difficoltà e di che genere. "Partiamo dal presupposto che ognuno è in grado di badare a se stesso - osserva Bernasconi -; per chi non lo è c’è un operatore sociale di riferimento, l’80% dei beneficiari ne ha uno, che però non può presentarsi a casa loro, suonare e pretendere di entrare".
Attualmente sono 8.052 le persone in assistenza (dati giugno) - salariati, indipendenti, senza attività lucrativa, disoccupati - di cui 2.051 sono figli; di questi, 1.772 sono minorenni, di cui 975 beneficiari anche dell’assegno integrativo o dell’assegno di prima infanzia. Una spesa totale di circa 140milioni l’anno per le casse del Cantone. Ma non è detto che queste stesse persone debbano avere bisogno dello Stato per tutta la vita. Oltre la metà dei beneficiari percepisce un aiuto da meno di tre anni, e quasi un quarto da meno di un anno. Inoltre, 166 persone nel 2017 hanno intrapreso un’attività lavorativa o una formazione dopo un percorso di reinserimento, professionale o sociale.  
Essere al beneficio dell’assistenza significa non dover pagare né l’affitto né la cassa malati. "Ad esempio, per un nucleo familiare di tre e più persone il versamento per l’affitto è di 1.500 franchi in tutto, spese incluse - dice Bernasconi -. Qualsiasi appartamento va bene, non per forza deve essere sussidiato, ma non può costare di più. E se è necessario cambiare casa diamo un forfait per il trasloco". Se sono necessarie altre prestazioni, come il dentista, gli occhiali o altri bisogni urgenti, esistono dei parametri di riferimento e le richieste vengono valutate di volta in volta. Inoltre, ogni assistito riceve 986 franchi, con questi si paga il cibo, l’elettricità, il telefono e altre spese personali.

p.g.
30.09.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Non si fa abbastanza
contro le molestie
L'INCHIESTA

Gli affiti il business
delle Ferrovie federali
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il pensionato tradito
dall'attempata escort
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il gioco a scacchi
tra Trump e Kim
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il dopo Chavez
che avvelena Caracas
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
06.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 18 febbraio prossimo
01.02.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 1° febbraio 2019 alle ore 9:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
30.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2018
29.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole medie superiori per il periodo 2019-2023
28.01.2019
I giovani e le aziende interessate a partecipare al programma di scambio Swiss Mobility sono invitati a porre candidatura entro il 15.3.2019
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Metanolo
assassino
in India

Francia:
gilet gialli,
atto
numero 13