function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
I miliardi riemersi dopo l'amnista e il nodo dei controlli
Immagini articolo
Le verità nascoste
dietro l'evasione fiscale
MAURO SPIGNESI


Zurigo ha fatto emergere complessivamente otto miliardi di franchi. E ha raccolto 7.250 autodenunce. I Grigioni sono passati da 75 segnalazioni nel 2010 alle 954 del 2018 e sono emersi patrimoni per 326 milioni sconosciuti al fisco, oltre 8 milioni di redditi non dichiarati. E il Ticino sul fronte degli evasori pentiti ha seguito il trend nazionale con tremila contribuenti, esattamente 3.098,  che si sono voluti mettere in regola facendo affiorare beni e imposte non pagate per 2.201 milioni solo l’anno scorso.
Sono gli effetti dell’amnistia (il contribuente denuncia spontaneamente quanto sottratto al fisco e per una volta non incorre in pene) scattata nel 2010 e che ha subito una accelerata negli ultimi anni, quando è scattata nelle banche la politica del "denaro pulito", sono stati approvati regolamenti e norme che puntano alla trasparenza ed è scattato lo scambio automatico d’informazioni. Ma come è stato possibile occultare una così grande quantità di denaro e beni? Come è stato possibile, in tempi passati almeno, evitare di pagare le tasse o non denunciare capitali e beni che magari arrivavano da ricche eredità? Anche perché, fanno notare gli esperti, non si è trattato di piccole cifre, visto che molti hanno fatto emergere numeri che vanno oltre il milione di franchi. Una massa enorme di denaro che avrebbe fatto bene alle casse comunali, cantonali e federali. Cioè a tutti.
13.01.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00