L'intelligence guarda con preoccupazione le cellule Isis
Lo Stato islamico
contagia le Filippine
GUIDO OLIMPIO


Le intelligence guardano con preoccupazione ad Est non solo per le tensioni tra le potenze regionali. India contro Pakistan, questioni territoriali attorno alla Cina, rivalità Washington-Pechino su dazi e comunicazioni, l’Afghanistan, sono solo alcuni dei punti caldi. A mettere in apprensione i servizi di sicurezza è il terrorismo.
Lo Stato Islamico, in difficoltà nel Califfato siro-iracheno, può cercare di allargarsi nei paesi orientali. Gli attentati nelle Filippine hanno rivelato la pericolosità di un movimento insurrezionale mai domo e di forti tradizioni. Separatismo e jihadismo si mescolano, si puntellano, trovano sentieri comuni. L’Isis ha piantato le sue bandiere nere nell’arcipelago anche se i numeri non sono ancora estesi. Diverse fonti hanno segnalato come volontari stranieri si siano uniti a questa falange ed altri potrebbero arrivare. Bastano pochi "veterani" per ridare vigore a gruppi che comunque hanno conquistato sul campo una loro esperienza specifica. L’esercito ha risposto eliminando numerosi capi, però non è bastato. E non poteva essere diversamente. Le formazioni islamiste sono resistenti, l’idea è più forte dell’importanza del leader.
Il contagio non si limita alle Filippine. Gli 007 guardano con attenzione ad altri stati asiatici dove cellule definite "amatoriali" hanno come referenti elementi "cresciuti" sotto il Califfo in Siria. I negoziati in corso in Qatar per mettere fine al conflitto afghano danno spazio agli scontenti, agli irriducibili, a chi non è disposto ad accettare una soluzione. E poi gli uighuri, la minoranza islamica cinese. Pechino schiaccia ogni spirito di ribellione, ha i campi di rieducazione, arresta in modo massiccio. Ma i ribelli non cedono e nuclei consistenti sono attivi in Medio Oriente, al fianco di fazioni qaediste. Sono lontani, però potrebbero provare rilanciare la sfida.
03.03.2019


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Una cultura politica
di vuote banalità
L'INCHIESTA

Non solo Medtech
nel polo di ricerca
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lo stile smarrito
dai perdenti di successo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Senza il riciclaggio
non si salva il clima
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra degli 007
all'ombra dell'Europa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
01.04.2019
Tiro obbligatorio 2019
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Sudan,
si dimette
anche il leader
del golpe

Gilet gialli
a prova
di legge
anti-casseur