La formazione strumento per "aiutare" l'ascensore sociale
Immagini articolo
La società si "scala"
con più lauree e diplomi
CLEMENTE MAZZETTA


L’ascensore sociale in Ticino si è vestito di rosa. L’assalto delle donne agli studi superiori, universitari, segnala anche una rivincita di genere nel tentativo di salire scala sociale. La crescita della popolazione femminile studentesca ticinese negli ultimi decenni è stata imponente. Negli anni ‘70 le ragazze iscritte all’università non arrivavano al 30%. Attualmente superano il 50%.  Crescono le donne all’università e cresce l’importanza del diploma di istruzione superiore per accedere a posizioni sociali più elevate.  Le persone con una ridotta formazione infatti fanno ancora più fatica a salire la scala sociale, rispetto al recente passato, sostiene Julie Falcon, docente di sociologia all’Università di Losanna (vedi pagina a fianco). L’anno di svolta in Ticino per la "riscossa femminile", rispetto ai maschi universitari, è stato il 2010. Da allora questo stato si è consolidato. Stando ai dati più recenti, nell’anno scolastico 2017-18, su 5’321 studenti universitari ticinesi, le donne erano 2’682, il 50,4%. Surclassano i maschi soprattutto nelle facoltà umanistiche: scienze umane, lingue e letteratura, dove si attestano attorno al 70%. Salgono al 73% nelle scienze sociali, quali sociologia, scienze politiche, comunicazioni sociali, mass-media, psicologia.
Professioni che non sono certamente le più retribuite, e che evidenziano ancora un limite di genere, uno stereotipo persistente nella scelta dei corsi universitari. E che hanno prodotto anche una femminilizzazione del corpo docente della scuola dell’obbligo.Tendenza diffusa in quasi tutti i Paesi europei, ma che in Ticino raggiunge percentuali significative.
A prescindere dalla scuola dell’infanzia che si distingue per la presenza di (quasi) sole donne (99%), nella scuola elementare ticinese, la percentuale di docenti donne è passata dal 69% del 2010/11 al 74% di oggi. Nella scuola media è salita dal 55% al 60% ( 9%). Percentuale più alta rispetto alla media svizzera (54%) Nelle scuole superiori non raggiunge ancora la metà, ma ha fatto passi avanti velocissimi passando dal 36% al 44% ( 22% rispetto all’anno scolastico 2010/2011).
Ma ci sono infatti ancora delle facoltà universitarie off limits. Una di queste è Economia, dove le donne sono poco più del 30%. Una su tre. Percentuale che scende al 27% per le scienze tecniche, architettura, pianificazione del territorio, corsi di matematica speciali del Politecnico di Losanna. Per Scienze esatte, matematica, teoria dei sistemi e informatica, astronomia, fisica la percentuale cala al 20%. Si tratta delle facoltà che danno accesso a professioni più remunerate, dominio ancora maschile.
Analizzando l’evoluzione della mobilità sociale, alla luce dei cambiamenti che hanno caratterizzato la Svizzera nel ventesimo secolo, emerge che i tassi di mobilità sociale sono rimasti sostanzialmente stabili.  L’ambiente sociale continua ad avere un’influenza molto forte sul destino sociale degli individui. La gran parte del 40% che sale di status, stando allo studio di Julie Falcon in prevalenza fa parte della fascia più alta della società: come dire solo se si è ricchi ci si può arricchire.

c.m.
10.03.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2019
05.08.2019
Comunicazione Ustat: Pericoli naturali Ticino
30.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2019
29.07.2019
Avviso di prudenza del 29.07.2019 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2019 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
14.07.2019
Traversa di Cavanna/Bedretto - coordinate 682/152 - Predazione 3 pecore
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
06.07.2019
Alpe Pesciora/Bedretto - coordinate 681/151 - Predazione 3 pecore
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
A Hong Kong la rivolta
che cambierà la Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il tiranno Salvini
al ballo del Papeete
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Le pubblicazioni
di Rezzonico
Editore

Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Indonesia:
Giacarta,
la città
che affonda

Open Arms,
Salvini autorizza
lo sbarco
dei minori

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00