Cinque conti svizzeri dietro la lotta di potere a Caracas
Immagini articolo
Da Besso al Venezuela
l'intrigo del dopo Chavez
FEDERICO FRANCHINI


Da una palazzina di Besso al cuore della lotta di potere in Venezuela. Al centro della vicenda, Henrique Capriles, colui che nel 2013 ha quasi sconfitto Nicolás Maduro alle prime elezioni presidenziali dopo la morte di Hugo Chávez. Da allora, però, il leader dell’opposizione è quasi scomparso dai radar e il suo ruolo è stato preso da Juan Guaidó, l’autoproclamatosi presidente ad interim. L’esilio di Henrique Capriles, ex Governatore dello Stato di Miranda, è iniziato dopo che era giunte le prime accuse di corruzione. All’epoca, l’uomo dichiarava che "se il Governo corrotto mi attacca, ciò significa che stiamo andando nella giusta direzione". Il candidato sconfitto non poteva immaginare che qualche anno dopo, dalla Svizzera, potessero giungere in via ufficiale prove scottanti, documenti forse in grado di confermare quelle che a suo tempo potevano anche sembrare accuse politiche.
È il 13 luglio 2017 quando, da Lugano, la procuratrice federale Elena Catenazzi invia alle autorità di Caracas una "trasmissione spontanea d’informazione". Questo strumento permette a un procuratore svizzero di trasmettere spontaneamente a un’autorità inquirente straniera informazioni o mezzi di prova acquisiti nell’ambito di una propria inchiesta. In seno all’antenna ticinese del Ministero pubblico della Confederazione (Mpc), Elena Catenazzi da tempo si sta dedicando agli addentellati svizzeri dello scandalo Lava Jato. Al centro dell’inchiesta elvetica vi è la multinazionale brasiliana Odebrecht, condannata nel dicembre 2016 dalla Procura federale per riciclaggio e corruzione. Qualche mese prima, a Ginevra, gli agenti della fedpol avevano trovato un server contenente migliaia di documenti legati alla contabilità parallela della Odebrecht. L’analisi di questo materiale ha permesso alla Svizzera di aprire nuovi fronti d’indagini e d’inviare rogatorie in vari paesi, tra cui appunto il Venezuela.  
È così che, nell’ambito di un’istruzione penale aperta contro ignoti per sospetto riciclaggio di denaro, l’Mpc ha scoperto alcuni conti "che potrebbero essere in relazione con le inchieste della Procura del Venezuela" nei confronti di Henrique Capriles. In questa lettera ufficiale che il Caffè ha potuto consultare viene riportato come "Capriles avrebbe ricevuto tangenti relative a lavori eseguiti a Miranda, lo Stato in cui il gruppo Odebrecht ha svolto lavori importanti". L’ipotesi della procuratrice ticinese è quella che per permettere al denaro di raggiungere l’allora leader dell’opposizione fosse quello di utilizzare una serie di compagnie di facciata controllate da alcuni alleati di Capriles. Tra il 2011 e il 2013, più di 7 milioni di dollari sono stati trasferiti ad società offshore legate alla Odebrecht su cinque conti svizzeri aperti a nome di società panamensi e controllati dai presunti prestanome dell’ex leader dell’opposizione. Le banche nominate dalla Procura federale sono cinque: Ubp, Safra Sarasin, Edmond de Rotschild e Hsbc (Suisse).
Nell’ottobre 2017, sarà invece Dounia Rezzonico, allora responsabile dell’antenna Mpc di Lugano e da poco nominata alla guida della divisione dell’Mpc legata alla criminalità economica, a inviare altre due trasmissioni spontanee a Caracas. I documenti consultati dal Caffè riguardano due uomini d’affari attivi nella costruzione, Manuel José Salazar Bianchi e Joan Manuel Fereira Rosillo. Entrambi, sui loro conti svizzeri presso Ca Indosuez, Credit Suisse, Mirabaud e Hsbc, avrebbero ricevuto dei trasferimenti milionari da parte delle casse nere di Odebrecht. Secondo nostre informazioni, da allora la Svizzera ha smesso di inviare trasmissioni spontanee al Venezuela.
24.03.2019


Articoli Correlati
LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00