Per la sola Lugano i simposi valgono 20 milioni l'anno
"Da 300 a 500 franchi
per ogni congressista"
ANDREA STERN


Migliaia e migliaia di turisti che arrivano in Ticino anche fuori stagione, anche se piove, anche se il franco fa le bizze nei confronti dell’euro. E che una volta arrivati spendono fra i 300 e i 500 franchi al giorno, molto più del normale viaggiatore. "Se ogni settimana ci fosse un congresso con due o trecento persone il turismo ticinese avrebbe risolto tutti i suoi problemi", dice Lorenzo Pianezzi, presidente di Hotelleriesuisse Ticino.
I congressisti sono ospiti ambiti. Rientrano in quello che in gergo tecnico viene chiamato il turismo Mice (meetings, incentive, convention ed eventi), ovvero i viaggi legati in qualche modo ad attività lavorative. Un affare da 1,8 miliardi di franchi nella sola Svizzera, che si insinua anche a sud delle Alpi, in particolare a Lugano. "Il simposio più importante è sicuramente quello sui linfomi maligni - spiega Sasha von Büren, responsabile del Palazzo dei Congressi - ma vi sono anche molto altri appuntamenti, magari sconosciuti ai più, che garantiscono un importante ritorno economico. Solo a Lugano abbiamo tra i 20 e i 25 convegni all’anno, che generano decine di migliaia di pernottamenti e un indotto stimato tra i 10 e i 20 milioni di franchi".
Il margine di crescita è notevole. "Lugano è una città che piace per questo tipo di eventi - osserva Pianezzi -. Durante il congresso sui linfomi, ad esempio, passeggiavo al Parco Ciani e vedevo tutti questi dottori seduti sul prato che si riposavano, guardavano il lago, mangiavano un gelato. Il Palazzo dei Congressi è davvero una location ottimale, tra il verde e la città". L’edificio, costruito quasi cinquant’anni fa, mostra però i suoi limiti. "Realizzare il nuovo polo congressuale è senz’altro una necessità - afferma von Büren - data anche dalle nuove esigenze logistiche, che non sono più quelle degli Anni ‘70. Oggi è più che mai importante poter contare su delle superfici modulari".
Dal canto suo Pianezzi vede un’altra necessità. "Il Ticino dovrebbe dotarsi di un Convention bureau, come già Zurigo e Ginevra - afferma -. Oggi l’americano che vuole organizzare un congresso in Ticino deve rivolgersi a vari enti e finisce per perdersi. Un ufficio che faccia da tramite gioverebbe enormemente al settore". Il turismo congressuale potrebbe poi a sua volta fungere da vettore promozionale. Un sondaggio tra gli alberghi a 4 e 5 stelle ha ad esempio evidenziato che il 16,7% degli ospiti Mice prolunga la sua permanenza oltre la durata dell’evento. Senza dimenticare chi scopre il Ticino durante un congresso e ci torna con la famiglia o gli amici.

a.s.
30.06.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
02.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 ottobre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit è legata
al concetto di sovranità
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Forze turche
bombardano
per sbaglio
quelle Usa

Manifestanti
attaccano
la sede di Total
a Parigi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00