Per la sola Lugano i simposi valgono 20 milioni l'anno
"Da 300 a 500 franchi
per ogni congressista"
ANDREA STERN


Migliaia e migliaia di turisti che arrivano in Ticino anche fuori stagione, anche se piove, anche se il franco fa le bizze nei confronti dell’euro. E che una volta arrivati spendono fra i 300 e i 500 franchi al giorno, molto più del normale viaggiatore. "Se ogni settimana ci fosse un congresso con due o trecento persone il turismo ticinese avrebbe risolto tutti i suoi problemi", dice Lorenzo Pianezzi, presidente di Hotelleriesuisse Ticino.
I congressisti sono ospiti ambiti. Rientrano in quello che in gergo tecnico viene chiamato il turismo Mice (meetings, incentive, convention ed eventi), ovvero i viaggi legati in qualche modo ad attività lavorative. Un affare da 1,8 miliardi di franchi nella sola Svizzera, che si insinua anche a sud delle Alpi, in particolare a Lugano. "Il simposio più importante è sicuramente quello sui linfomi maligni - spiega Sasha von Büren, responsabile del Palazzo dei Congressi - ma vi sono anche molto altri appuntamenti, magari sconosciuti ai più, che garantiscono un importante ritorno economico. Solo a Lugano abbiamo tra i 20 e i 25 convegni all’anno, che generano decine di migliaia di pernottamenti e un indotto stimato tra i 10 e i 20 milioni di franchi".
Il margine di crescita è notevole. "Lugano è una città che piace per questo tipo di eventi - osserva Pianezzi -. Durante il congresso sui linfomi, ad esempio, passeggiavo al Parco Ciani e vedevo tutti questi dottori seduti sul prato che si riposavano, guardavano il lago, mangiavano un gelato. Il Palazzo dei Congressi è davvero una location ottimale, tra il verde e la città". L’edificio, costruito quasi cinquant’anni fa, mostra però i suoi limiti. "Realizzare il nuovo polo congressuale è senz’altro una necessità - afferma von Büren - data anche dalle nuove esigenze logistiche, che non sono più quelle degli Anni ‘70. Oggi è più che mai importante poter contare su delle superfici modulari".
Dal canto suo Pianezzi vede un’altra necessità. "Il Ticino dovrebbe dotarsi di un Convention bureau, come già Zurigo e Ginevra - afferma -. Oggi l’americano che vuole organizzare un congresso in Ticino deve rivolgersi a vari enti e finisce per perdersi. Un ufficio che faccia da tramite gioverebbe enormemente al settore". Il turismo congressuale potrebbe poi a sua volta fungere da vettore promozionale. Un sondaggio tra gli alberghi a 4 e 5 stelle ha ad esempio evidenziato che il 16,7% degli ospiti Mice prolunga la sua permanenza oltre la durata dell’evento. Senza dimenticare chi scopre il Ticino durante un congresso e ci torna con la famiglia o gli amici.

a.s.
30.06.2019


Articoli Correlati
LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00