Scetticismno per Ppd, Mps e Ps per i tagli alle imposte
'Si doveva fare di più,
ceto medio senza aiuti'
ANDREA BERTAGNI


Non parte con il piede giusto questo nuovo "Pacchetto fiscale" del Consiglio di Stato. Almeno secondo Ps, Mps e Ppd. Dubbi su tagli alle tasse per aziende e famiglie, nonché, in un secondo tempo, una serie di investimenti nel sociale e nella formazione. "Prima di ogni giudizio occorre aspettare i dettagli delle misure che riguardano il Dipartimento della sanità e della socialità (Dss) e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs) - dice il capogruppo ppd in Gran Consiglio, Maurizio Agustoni - di sicuro, guardando ai provvedimenti fiscali, ci si poteva aspettare di più per il ceto medio che non avrà chissà quali benefici da questo taglio delle imposte".
Promette invece già il referendum Matteo Pronzini, Mps: "Non c’è bisogno di aspettare di vedere quali saranno gli interventi nell’ambito del sociale e della scuola - spiega -, ci stiamo già preparando per raccogliere le firme contro gli sgravi. L’accordo trovato in Governo non va bene, non bisogna per forza sempre sgravare le aziende per risanare le scuole, questi scambi a livello dei dipartimenti non stanno davvero in piedi".
Scettico anche Ivo Durisch, capogruppo Ps. "Con tutti questi tagli di imposte si rischia di tornare con l’acqua alla gola e non avere più le risorse per intervenire nel sociale - sottolinea - soprattutto in un cantone come il nostro, dove i salari sono bassi e il rischio di finire in povertà è elevato". Per Durisch, inoltre, "l’abbassamento del moltiplicatore non avvantaggia il ceto medio".

an.b.
14.07.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
02.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 ottobre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit è legata
al concetto di sovranità
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Forze turche
bombardano
per sbaglio
quelle Usa

Manifestanti
attaccano
la sede di Total
a Parigi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00