Gli effetti dell'epidemia cinese su import ed export
I mercati globalizzati
hanno paura del virus
LORETTA NAPOLEONI


L’impatto economico della Sars, un virus epidemico molti simile a quello attuale coronavirus, è stato maggiore di quanto ci si aspettava per una serie di motivi psicologici, legati alle aspettative sull’andamento dell’epidemia. I numeri ci dicono che la mortalità fu relativamente bassa: circa 800mila vittime tra il 2002 ed il 2003, nello stesso periodo l’Aids uccise 3,1 milioni di persone e la malaria più di un milione. La Spagnola, l’influenza che si diffuse tra il 1918 ed il 1919, e che rimane l’epidemia più mortale dei tempi moderni mietè 40 milioni di vittime. I numeri della Sars sembrano più vicini a quelli delle malattie virali che a quelli delle grandi epidemie, ogni anno negli Stati Uniti, ad esempio, muoiono circa 50 mila persone per polmonite virale e l’influenza ne uccide tra i 12 mila ed i 60 mila.
Il costo e l’impatto sull’economia della Sars fu però molto più serio, si stima intorno ai 40 miliardi di dollari. Inizialmente lo scoppio dell’epidemia ha impattato sull’economia delle regioni dove era era scoppiata, e cioè Cina e Hong Kong: l’indice Msci China, ad esempio, precipitò di oltre il 10%, la produzione industriale cinesi si contrasse dell’1% e quella di Hong Kong del 2,6%. Successivamente, però, la Sars fece contrarre l’economia globale, secondo le stime nel secondo trimestre del 2003 il Pil mondiale scese di un punto percentuale a causa della Sars.
Questi dati mostrano che il vero costo dell’epidemia è stato di gran lunga superiore a quello del budget sanitario per il trattamento dei casi coinvolti. I costi economici di una malattia globale come la Sars, dunque, vanno oltre i danni diretti subiti nei settori colpiti dei paesi infettati dalla malattia. Non solo perché la malattia si diffonde rapidamente da paese a paese attraverso gli spostamenti geografici delle persone, ma anche perché qualsiasi shock economico in una nazione ha un impatto immediato sulle altre a causa dei maggiori collegamenti commerciali e finanziari associati alla globalizzazione. E spesso la reazione della finanza è esagerata e ingiustificata, fattore che amplifica l’effetto negativo su economia e finanza. Nel 2014 un focolaio di Ebola nell’Africa occidentale ha mandato in panico i mercati statunitensi per paura che la spesa sui consumi crollasse, tra metà settembre e metà ottobre di quell’anno il Dow scese di quasi il 7%.
l.n.
02.02.2020


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00