L'emergenza sanitaria e gli ex direttori di istituti di credito
Immagini articolo
'Le banche non possono
essere egoiste adesso"
MAURO SPIGNESI


"In un momento così difficile le banche devono, dovranno dare necessariamente una mano all’economia. Non possono essere egoiste e pensare solo a loro". Giovanni Crameri, ex direttore di Ubs in Ticino, ha vissuto la grande recessione del 2008, quella dei "subprime" e della bolla immobiliare americana, e questa crisi gli appare come qualcosa di infinitamente più devastante. "Anche perché - spiega - nessuno sa quando si tornerà alla normalità e anche chi ha i conti in ordine, anche le aziende più solide potranno registrare seri danni". Le banche che nel passato sono state aiutate dallo Stato ora sono chiamate a svolgere un ruolo importante. Anche sotto l’aspetto etico e oltre il ruolo di BancaStato (vedi articolo principale). "Però, va ricordato, ci sono paletti legali e vanno salvaguardate necessariamente le azioni e i patrimoni che i clienti affidano ai loro istituti", spiega Romano Massera, una vita a capo di Raiffeisen, la banca radicata sul territorio. "Io penso - dice Massera - che bisognerebbe andare incontro ai clienti dilazionando gli ammortamenti delle ipoteche, cercando di non applicare spese aggiuntive nel caso di ritardo nei versamenti. Insomma servono piccoli segnali e tanta buona volontà da parte di tutti, perché solo insieme riusciremo a uscire da questa situazione che è disastrosa".
In ballo c’è il futuro di tante famiglie e di 40mila aziende sul territorio, 220mila posti di lavoro. "Bisogna - riprende Massera - fornire crediti alle imprese, visti anche i tassi di mercato bassi. Tanti hanno già problemi di liquidità. Però va tenuto presente che il giro d’affari della piazza finanziaria non è più quello di un tempo e che gli organici, che vanno assolutamente mantenuti, sono ridotti all’osso". Su quest’ultimo aspetto insiste anche Crameri: "La piazza finanziaria adesso non sta vivendo momenti di gloria, i margini sono sempre più ridotti e i conti vanno tenuti in ordine, altrimenti sono guai per tutti. Non solo per le banche. Detto questo, nel limite del ragionevole bisognerà allargare i cordoni. Come e con quali strumenti non lo so. Ma, ripeto, serve il concorso di tutti, oggi più che mai pubblico e privato devono muoversi in perfetta sintonia". Anche perché oggi è difficile calcolare il danno. "Però, vista l’eccezionalità della situazione - conclude Crameri - io credo che servano regole transitorie meno rigide. Ma soprattutto spero che da questa crisi si esca cogliendo la lezione che ci ha dato, adattandoci anche all’imprevedibile".
22.03.2020


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00