function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Una multa non pagata si tramuta in tre mesi di carcere
Immagini articolo
La moglie di Kola Aluko
ora è attesa alla Stampa
ANDREA STERN


La moglie di Kola Aluko è attesa alla Stampa. La bella Teniola Edu Aluko, che Vogue ebbe modo di definire "una moderna Cleopatra" (nella foto sotto accanto al marito), deve scontare 90 giorni di detenzione che il presidente della pretura di Bellinzona le ha affibbiato per il mancato pagamento di una multa dell’Amministrazione federale delle dogane. Una delle tante fatture che sono piovute addosso alla consorte del petroliere nigeriano dopo la loro rocambolesca fuga dal Ticino.
Una fuga in due tempi, che ha visto dapprima la scomparsa del marito Kola, inseguito dall’accusa di aver sottratto 1,8 miliardi di dollari allo Stato nigeriano. Era il 2016. Porza non aveva ancora fatto in tempo a familiarizzare con il frastuono generato dall’esuberante vita del nuovo facoltoso residente di Villa Floridiana che lui era già sparito chissà dove. Allora la moglie e i figli si erano trasferiti a Ruvigliana, dove avevano continuato a condurre una vita agiata. Una vita a credito che nel 2017, quando anche loro si sono dileguati, ha lasciato a mani vuote domestici, giardinieri, autisti, operai e artigiani che pensavano di aver trovato nella famiglia Aluko un danaroso datore di lavoro.
Il denaro c’era ma è stato speso altrove. Non in Svizzera, dove da tre anni è in corso l’arduo tentativo di recuperare almeno parte di quanto gli Aluko avrebbero dovuto legittimamente pagare. Una missione quasi impossibile, visto che i due coniugi sono tuttora irreperibili e di ignota dimora. Alcuni pignoramenti hanno permesso di coprire parte dei buchi lasciati dalla coppia ma i conti non sono ancora chiusi.
Ancora più difficile risulta essere la riscossione delle multe. Già l’anno scorso il presidente della pretura di Bellinzona, Marco Kraushaar, aveva deciso di tramutarne una a carico di Kola Aluko in 90 giorni di detenzione. Negli scorsi giorni lo stesso Kraushaar ha dovuto ripetersi, stavolta nei confronti della moglie Teniola. Anche lei si è vista trasformare una multa (di 3’200 franchi) in una pena detentiva sostitutiva. Anche lei come il marito dovrebbe quindi trascorrere tre mesi dietro le sbarre. Ma solo nel caso, molto improbabile, in cui dovesse rimettere piede su territorio elvetico.
a.s.
27.06.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'amato lingotto d'oro
che non tradisce mai
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I feroci eredi di Bin Laden
alla conquista dell'Africa
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Covid-19:
convivere
con il virus
a inizio estate

Berlino
anti-razzista
in piazza
contro le violenze

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00