function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Redditizi acquisti e vendite di oro durante la crisi
La "giostra" speculativa
dalla Svizzera a New York
LORETTA NAPOLEONI


Ogni giorno nei mercati finanziari si scambiano decine di miliardi di dollari di oro ma soltanto una quantità infinitesimale di questi contratti si sposta fisicamente dai centri commerciali più importanti come Londra, Zurigo e New York. Tutto ciò ha iniziato a cambiare quando la crisi del Covid-19 si è abbattuta sulla catena di approvvigionamento.
A marzo, quando gli aerei hanno smesso di volare - i lingotti d’oro vengono spostati solo via aerea - e le raffinerie svizzere sono state chiuse, a New York si è temuto il peggio: non riuscire ad onorare i contratti futures,  e cioè quelli relativi alla vendita ed all’acquisto dei lingotti nei mesi di aprile e maggio. A quel punto il prezzo dei contratti futures in oro, che di solito sono agganciati a quello spot di Londra, ha iniziato a salire, arrivando ad un premio di ben 70 dollari l’oncia rispetto al prezzo spot. Speculatori e commercianti intraprendenti hanno preso la palla al balzo, hanno acquistato lingotti da qualche parte del mondo al prezzo spot per poi rivenderli sul mercato dei futures e così facendo hanno intascato la generosa differenza.
Sul mercato dei metalli preziosi l’arbitraggio, e cioè lo sfruttamento delle differenze di prezzo da un mercato all’altro, è frequente ma si parla di scarti che al massimo raggiungono il dollaro e mezzo per oncia. A marzo di quest’anno si è arrivati anche a picchi di 90 dollari l’oncia. Qualcuno, dunque, è diventato molto ricco grazie alla crisi del Covid ed alla dimestichezza con il mercato dell’oro.
Naturalmente si è dovuto trasferire fisicamente quantità ingenti di oro dai mercati mondiali a New York, dove è ubicato quello dei futures. Tra marzo ed aprile un fiume di oro è dunque fluito nella Grande Mela; tanto per avere un’idea dei volumi ad aprile le esportazioni di oro dalla Svizzera agli Stati Uniti hanno raggiunto le 111,7 tonnellate, il valore in assoluto più alto nella storia dei contratti in oro; a giugno il volume complessivo dei contratti futures a New York è 2,8 milioni di once, ciò significa che questo mese una montagna di lingotti cambierà mano. L’aumento del prezzo dell’oro è anche legato a questo dato, non bisogna dimenticare che oltre ad essere un bene rifugio l’oro è anche un metallo scambiato quotidianamente sui mercati mondiali.
27.06.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2020
23.07.2020
Attivato il sito dell’Ufficio del controlling e degli studi universitari
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Fra Trump e Biden
sfida rivolta al passato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I morti viventi dell'Isis
scompaiono e riappaiono
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: 64 anni fa
la strage
nella miniera
di Marcinelle

Covid-19:
quarantena
"spagnola"
in Svizzera

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00