function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




L'analisi
Non facciamo risparmi
sugli over e i più deboli
BRUNO CEREGHETTI


L’avanzare dell’età media della popolazione rappresenta un fattore di civiltà. Significa che il benessere generale dei cittadini (economico, sociale, culturale) è apprezzabile e diffuso. Sotto questo profilo la Svizzera è tra gli Stati meglio messi al mondo. Si sa però che con l’incedere dell’età incedono anche i malanni di salute che richiamano cure, talvolta anche di costi importanti. Che pesano in maniera differente nei Cantoni. Il Ticino è quello maggiormente toccato dagli effetti di questo fenomeno sociodemografico. Registra l’età media più avanzata della Svizzera (45.5 anni, a fronte di una media nazionale di 42.5 anni), e questa differenza si va ampliando ogni anno. Anche per tasso di popolazione superiore ai 64 anni il Ticino, con il 23%, è in cima alla graduatoria nazionale (18.7%); e pure questo gap si sta dilatando progressivamente negli anni e in prospettiva. Dal 43° anno in su, il peso di ogni anno di età sulla popolazione totale è maggiore in Ticino rispetto alla Svizzera. Dal 71° anno in su, questa incidenza in Ticino si fa poi nettamente maggiore se rapportata alla media nazionale.
La conclusione, di valenza certamente positiva e confortante, è che in Ticino si vive a lungo. Ma c’è anche il riflesso sui costi della malattia. Il costo medio nazionale LaMal (2019) è di 4’009 franchi. Evidente è però la progressione a dipendenza della fascia di età. Qualche esempio del costo annuo LaMal per fascia di età (dato nazionale 2019): 21-25 anni, 1’749; 51-55, 3’733; 71-75, 8’511; 91-95, 18’554; da 101, 27’789 franchi. Quanto sopra si riflette su certi costi particolari e specifici dell’età avanzata; ossia istituti per anziani e spitex (che serve per larghissima parte la terza e quarta età). In Ticino i costi sulla popolazione pesano ben oltre la media nazionale, con il nostro Cantone, in ragione del "fattore età" che lo connota, al primo posto nella classifica nazionale dei costi pro capite di istituti e spitex congiunti (554 fr. a fronte di una media nazionale di 336). Oltre ai costi LaMal vi sono quelli a carico degli enti pubblici (Cantone e Comuni in particolare).
Troppo spesso il Ticino è criticato perché eccessivamente spendaccione e i ticinesi sospettati di "latinità in consumo sanitario", quando non addirittura di ipocondria. Lagnanze ingenerose ma anche infondate. Sul periodo 2010-2019, la differenza di costo medio LaMal tra Ticino e Svizzera è del 12.2% (dato medio). Epurata del "fattore età", tale differenza si situerebbe al 3%. L’incidenza del peso della maggiore età in Ticino sui costi è pertanto calcolabile nel 9%. Si tratta di un effetto forte. Paragonando il paragonabile, il nostro Cantone non esce poi così male nel discorso legato al costo della malattia in ottica nazionale. Ma siccome l’età, in Ticino, c’è e ci sarà sempre, è illusorio pensare di riportare la media dei costi effettivi in Ticino al dato nazionale puro. Si tratterebbe di una forzatura con ricadute certamente nefaste sulla qualità del servizio sanitario e inevitabilmente sarebbero le fasce più deboli della popolazione a pagare lo scotto maggiore. Cosa che, socialmente e umanisticamente, appare inaccettabile.
17.10.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Se il terrore non politico
incide sulle nostre vite
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

I quartieri poveri
di Madrid
non hanno
più luce

Poliziotti violenti
in Francia,
spaccata anche
la maggioranza

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00