function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Davide Pedrioli illustra le sfide di Lugano Airport
Immagini articolo
"Salti mortali all'aeroporto,
ora servono più certezze"
ANDREA STERN


Ha accettato la sfida perché era convinto delle potenzialità dell’aeroporto. Ora che ha toccato con mano la patata bollente… resta convinto delle potenzialità.
Direttore Pedrioli, il suo mandato a Lugano Airport scade a fine giugno. Cosa farà in seguito?
"Dipende dal Municipio. Io sono disponibile a proseguire fino al passaggio della gestione ai privati".
Quando avverrà, secondo lei?
"Nella migliore delle ipotesi, ci vorrà ancora un anno".
Crede che avverrà veramente?
"I tre ricorsi, se si vuole leggerli in un’ottica positiva, dimostrano che l’interesse per l’aeroporto è vivo più che mai".
Chi la spunterà?
"Potrebbe emergere una configurazione inaspettata. Ma non spetta a me valutare i progetti. Io mi concentro sulla gestione operativa".
Quali sono le sfide che ha incontrato?
"La grande incertezza per il futuro professionale dei dipendenti, che stanno facendo i salti mortali per mantenere operativo l’aeroporto. Io sono a fine carriera, loro hanno famiglie da mantenere".
Si sapeva che sarebbe stata una gestione transitoria.
"Certo. Tuttavia quello dei dipendenti è un aspetto da non sottovalutare. Hanno accettato di fare gli straordinari per qualche tempo ma non si può perpetuare questa situazione".
Il rinnovo dei contratti per un anno sembra deciso. Conferma?
"A breve il Municipio prenderà una decisione".
Questa gestione sembra funzionare. L’aeroporto è nelle cifre nere.
"Sì, ma basterebbe un qualsiasi minimo investimento per tornare nelle cifre rosse".
Qual è l’investimento prioritario, secondo lei?
"A livello operativo, il sistema di avvicinamento satellitare. Stiamo già affrontando la questione con Skyguide".
State investendo, dunque?
"Stiamo investendo in capitale umano. Ad ogni modo i costi per il nuovo sistema di avvicinamento dovrebbero essere coperti dal Cantone nell’ambito della realizzazione della circonvallazione Agno-Bioggio".
Quali altri investimenti andrebbero effettuati?
"Gli hangar sono una necessità. E sarebbero redditizi".
E poi?
"Andrebbero sviluppate funzioni commerciali, artigianali, formative o turistiche, in simbiosi con le visioni di sviluppo dei comuni di Agno e Bioggio. Gli aeroporti regionali devono entrare in una logica gestionale simile a quella degli aeroporti nazionali, dove la metà delle entrate è generata da attività non aeronautiche.
Un centro shopping, ad esempio?
"No, credo che in Ticino ce ne siano abbastanza. Ma gli aeroporti possono essere attrattivi per molteplici attività".
E i voli di linea torneranno?
"Credo di sì. La domanda di mobilità aerea resterà anche in futuro, a meno che non si costruisca lo Swissmetro. Però lo sviluppo di Lugano Airport non deve basarsi sulla linea".
Quindi l’aeroporto ha un futuro?
"Certamente. I privati l’hanno capito. Ad Agno forse non si guadagneranno milioni. Ma si può lavorare bene e rendere un servizio utile alla regione".
astern@caffe.ch
27.03.2021


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00