Il diario
Immagini articolo
Quando al predatore
cade la maschera
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
apri le pagine di un giornale e ti vedi arrivare addosso ondate limacciose, portate dalla stessa tempesta che continua a fare il giro del mondo. Il suo nome è violenza sessuale. Lo scandalo Weinstein ha dato forza e coraggio a molte vittime di squarciare antiche oscurità. Questa settimana è stata la volta di Stephen Wynn, sovrano miliardario dei casinò, costretto a lasciare il suo olimpo a Las Vegas. Contro di lui diverse dipendenti. "I giudizi frettolosi prendono il sopravvento su tutto, anche sui fatti", ha detto uscendo i scena. Doveva sapere che quando parte una valanga è difficile fermarla. Alla Casa Bianca, altra partenza dallo staff di Trump, quella di Rob Porter, costretto alla resa dalle molestate due ex-mogli.

PENSI CHE SIANO brutte e terribili storie solo lontane, poi ti inoltri nelle nostre cronache ed è una sventagliata anche qui di casi che sollevano inquietanti ombre e interrogativi. Prendiamo un giorno qualsiasi, il 7 febbraio. A Bulle, Tribunale della Gruyère, un pedocriminale di 73 anni deve rispondere di abusi su oltre 80 bambini e adolescenti in Thailandia, recidivo per reati analoghi a Friburgo e nel Vallese. Varchi il San Gottardo e arrivi a Locarno. Dove in Appello c’è un uomo di 48 anni, "predatore" per 147 volte su un minorenne. Stesso giorno, sempre a Locarno: due bambine abusate da un insospettabile di 45 anni.

È VERO CHE la comunicazione e la visibilità hanno tolto, per fortuna, molte maschere all’ipocrisia e a intollerabili silenzi, ma forse è anche il caso di porsi qualche domanda su molti perché di certi comportamenti. Personalità e personaggi ambigui che poi rivelano, all’improvviso, il loro vero volto. Cosa può accadere nella vita di una persona che diventa un "orco"? Nel processo di crescita e di maturazione, dove e come mai si è spezzato il delicato filo dell’equilibrio e della ragione? Perché viene meno il rispetto dovuto all’altra persona - nella stragrande maggioranza le vittime sono le donne - tradendo la fiducia e facendo strame di ogni più elementare diritto? Un individuo dovrebbe vivere di autocontrollo, di avvedutezza, di cultura più che di scatenamenti irrazionali, morbosità e patologie varie.

CONTINUANO a pesare ignoranza, maschilismo, prepotenza; c’entra anche il Dna con il suo codice genetico ereditario e quel che si porta dietro, ma bisognerà consapevolizzarsi sull’urgenza di un’irrinunciabile educazione sessuale e, all’occorrenza di adeguati interventi psico-terapeutici. Parafrasando lo psichiatra scozzese Ronald David Laing nel saggio "La politica della famiglia", possiamo immaginare la società come "una ragnatela, un fiore, una prigione, un castello o una tomba". Il fiore è simbolo di piacere, il castello di sicurezza, per il resto non c’è bisogno di metafore.
11.02.2018


IL CONCORSO

IL PIÙ BEL VILLAGGIO
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Cambiamo la legge,
è facile avere armi"
L'INCHIESTA

Richiedenti l'asilo
a lezione d'"amore"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il mondo del lavoro
contro i "puzzoni"
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I nuovi consumatori
influenzano i marchi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Russiagate:

i democratici
all'attacco

Pakistan:

elezioni
di sangue