Il diario
La storia spesso
parla solo ai sordi
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
ci mancava solo il coronavirus ad appesantire il clima sui migranti, alimentando ondate di confusione e di spaccatura, di porte chiuse e di sovrana incertezza. Tutti sdottorano, rubando la scena agli specialisti e ai virologi e siamo arrivati così all’infodemia, mix di informazione talora delirante che sfocia nell’epidemia. La paura del contagio fa novanta e la politica sa anche essere più virale dell’infezione polmonare. Alla prolungata emergenza planetaria si è aggiunto un fattore precipitante. È da mezzo secolo - 1970, prima iniziativa Schwarzenbach - che alcuni sono ossessionati da un fenomeno gonfiato in incubo e ogni pretesto è buono. Da notare che la situazione in Svizzera è sempre rimasta sotto controllo. Non bisognerebbe peraltro dimenticare che la manodopera straniera risponde ai bisogni dell’economia: non è un lusso e non è una carità.
SI FA ALLA SVELTA, in genere, a rimuovere il passato dalla memoria, quindi ciò che siamo stati, le lacerazioni profonde vissute dal popolo delle valigie anche alle nostre latitudini. Quanti strappi affettivi nell’emigrazione oltre San Gottardo e più lontano ancora! Partire per un "altrove" in cerca di un diverso domani crea stati d’animo che segnano un’esistenza. Dario Robbiani ha esplorato e raccontato molte odissee moderne, ben compendiate in un libro che non passa d’attualità, anzi! "Cinkali" è il significativo efficace titolo che ebbe molto successo nel clima dei referendum sull’immigrazione e che è stato ristampato da "L’Avvenire dei lavoratori", ora anche in tedesco, a dieci anni dalla morte dello storico direttore del Tg e poi di Euronews, che fu anche politico di riconosciuta capacità di mediazione.
LA LEZIONE, mai appresa a sufficienza, è che si deve imparare a giudicare in modo nuovo l’emigrazione. Si tratta di accettare le leggi economiche e sociali che rendono irreversibili esodi, ora di popoli, scriveva con lungimiranza Dario. Già "L’albero degli zoccoli" di Olmi ci aveva documentato che la civiltà contadina è finita e a quella industriale servono braccia (Max Frisch docet). "Le frontiere non possono opporsi a questo processo socioeconomico che è diventata libera circolazione dei cittadini europei ed emigrazione clandestina di disperati in cerca di un nuovo futuro".
LE SCHIERE dei migranti sciamano da ogni dove, per terra e per mare. Il dramma si è globalizzato ma il cuore non cambia. Siamo chiamati a confrontarci e a condividere esperienze che mutano veloci in una sintesi di accettazione delle diversità, solidarietà, legalità. Purtroppo, però, la storia resta spesso una maestra che parla a sordi.
09.02.2020


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
16.12.2019
L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro ha pubblicato le date dei corsi di formazione inerenti la Legge federale sul lavoro e relative Ordinanze, previsti durante l’anno 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00