Il diario
Il silenzio che produce
risonanze interiori
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario, questi giorni da coatti per strategia difensiva da ignoto morbo, giunto sulla "via della seta", ci impone - di riffa o di raffa - diverse esperienze smarrite per le molte circostanze della quotidianità e per modi di essere consolidati in abitudini. Da un’inchiesta nordica qualche anno fa era emerso che la famiglia si ricomponeva attorno al frigorifero e si ritrovava - quasi muta - davanti al capotribù di nome televisore. Poi sono venuti i social e ciascuno si chiude in stanza, nella propria isola deserta. Occasioni per parlarsi sempre più ridotte, al minimo delle necessità pratiche; convivenza su standard di quasi normalità, essendo a tempo cronometrato... Saluti frettolosi e alé: buongiorno, buonasera, ciao e ognuno per la propria strada.
ADESSO, confinati sul divano, possiamo scegliere tra un libro da leggere, piccoli hobby sempre rinviati, aspettando Godot (che non arriva mai) e anche il dover coabitare con noi stessi, la nostra profondità largamente inesplorata (c’è sempre un colpevole: l’orologio), spesso anche un ospite invisibile: il silenzio. Può essere un aiuto tra i molti interrogativi che non ci danno tregua o può diventare un focolaio di ulteriori scintille di paura.
LA GENTE è diversa e ciascuno reagisce a modo suo. Qualcuno che pensa in maniera terribile al silenzio. Eravamo abituati a una girandola di incontri, prendi l’auto e raggiungi gli amici per l’apero-cena, vai al cinema o allo stadio, stacchi un biglietto per un’offerta di volo last minute. Tutto questo non c’è più e chissà per quanto. Improbabile che siamo tutti contenti. Il bagno nel silenzio, con i vari "confronti" che sollecita, non è sempre tonificante. Siamo poco propensi ad "ascoltarlo". Meglio rinviare certe questioni scomode del nostro "essere".
A QUALCUNO pare addirittura surreale la scelta del silenzio come abito da indossare; c’è chi stenta a capire le monache di clausura, i cistercensi, gli eremiti. Il mestiere di raccontare persone e storie mi ha portato a incontrare diverse di queste figure. Con il registratore sono andato oltre le grate di monasteri dove il silenzio è regola, anche a pranzo e cena, momenti che esaltano la convivialità. È un silenzio cre-attivo, non fine a se stesso; è un velo rivestito di mistero, un viaggio mai interrotto da entronauti, gli Ulisse dell’animo.
QUELLO DEI CHIOSTRI è un silenzio che non pesa: neppure a chi ha dentro un sottofondo continuo e abituale di ronzii e rumori. Se non inibisce per paura, il silenzio è un’avventura per rivisitarsi, una scossa ai nostri cementificati schemi in cerca di ben-essere. Il silenzio non è una scatola vuota, ma un delicato congegno in grado di produrre utili risonanze magnetiche interiori.
22.03.2020


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00