Fogli in libertà
Immagini articolo
L'educazione civica
fra cinquant'anni
RENATO MARTINONI


TIZIO. Siamo nel 2067 e anche i sassi sanno cos’è un referendum. Vuoi mettere mezzo secolo fa? Fortuna che hanno introdotto la civica a scuola. I nostri ragazzi sapevano chi era un certo Fedez, un rappettaro di cui si sono perse le tracce, e non avevano la minima idea di cosa fosse un referendum. Li mortacci tua! Ma si poteva essere tanto ignoranti? La colpa era della scuola, che cercava di insegnare ai tifosi di non darsele di santa ragione, dopo un derby fra il Lugano e l’Ambrì, invece di spiegare che cos’è un referendum o un’iniziativa popolare. Tempi grami, quei tempi, compagni di tante lotte e di altrettante vittorie. Tempi da relegare nel dimenticatoio. Sotto un mucchio di palate di terra e di letame.
CAIO. Fortuna che una votazione ha rimesso il campanile al centro del villaggio. Ma ve lo immaginate, te possino!, un villaggio con il campanile che sorge in periferia? Oggi tutti sanno cos’è un referendum. E tutti ne fanno uso con generosità. Questa, amici, è la vera democrazia. Vuoi mettere il passo che abbiamo fatto da quel 2017 che ha cambiato le sorti del mondo? È stata una rivoluzione. Prima c’era solo il deserto. Da allora la strada si è spianata. Anzi, è diventata un’autostrada. Un referendum è bastato, zícch!, per staccare finalmente il Cantone Ticino dall’Europa. Con un altro referendum, zàcch!, la Campagna Adorna ha ottenuto l’autonomia. Con un altro referendum, zícch!, gli abitanti delle montagne hanno fondato la repubblica delle Alpi. Come ai tempi eroici di Guglielmo Tell. E quelli della pianura, zàcch, hanno creato il regno dei Burini. Con un altro referendum ancora il Lac è stato trasformato in una moschea. Prima, quando a scuola nessuno imparava che cos’è un referendum, la vita era di una noia mortale. Nessuno se ne accorgeva! La democrazia era finita nella ragnatela di una società ignorante e presuntuosa.
SEMPRONIO. Anche i pappagalli, che sono i più patrioti nel regno dei pennuti, stanno raccogliendo le firme per fondare il Regno di Papagonia. Manca poco, c’è da giurarci, e poi ce la faranno. Sembra che vogliano proibire i trespoli e i semi di girasole, per andare a vivere fra i rami dei Caraibi a cibarsi di popcorn e ascoltare la musica di Bob Marley. I porcellini d’India, poi, hanno deciso tramite referendum di abbandonare l’Europa per tornare a vivere nel loro paese d’origine, le Indie. (Tanto oggi i bambini, con i loro videogiochi, gli animaletti li allevano virtualmente). E poi sono stufi di essere chiamati porcellini d’India. Non hanno nulla da spartire con i maiali. E non sono mica indiani, loro. Vengono dall’America.
TIZIO, CAIO, SEMPRONIO (all’unisono). Orsù, cantiamo in coro: "Viva la democrazia! Viva la civica! Viva il referendum!".
03.12.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Inopportunità politiche
della Citta dei mestieri
L'INCHIESTA

Spie nei bancomat
truffano i turisti
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Continua la lotta
per liberare i nani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Le guerre danneggiano
la nostra economia
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
28.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
25.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene:
manifestazione
contro l'intesa
sulla Macedonia

Valencia
pronta
a ricevere
l'Aquarius