Fuori dal coro
Immagini articolo
Il trucco della valigia
ma in chiave moderna
GIÒ REZZONICO


Me ne stavo tornando a casa di corsa per pranzo al termine di una movimentata mattinata di lavoro. Dopo aver parcheggiato, un signore di mezza età scende da un’automobile di grossa cilindrata targata Italia e si avvicina con un grande sorriso. Mi abbraccia e mi dice: "Ciao, come stai? Ma non ti ricordi più di me? Ci siamo conosciuti al mare…". Io, francamente, non ricordavo. Siccome però sono poco fisionomista, ho sempre il timore di non riconoscere le persone e di dare l’impressine di stare sulle mie, poco aperto e non disponibile. Mi succede, perciò, di non ricordare qualcuno, ma di rivolgermi a lui come se ci fossimo sempre frequentati. Spero così di non offenderlo, evitando di dimostrargli che proprio non mi rammento più di lui… Ebbene, quel giorno ho messo in atto questa tattica e gli ho risposto che certo mi ricordavo bene di lui. Il mio interlocutore è poi abilmente riuscito a far dire a me dove ci eravamo incontrati e cioè dove avevo trascorso le vacanze al mare. Mi sono così convinto che effettivamente lo avevo già incontrato.
Lui sale allora sulla sua vettura, la avvicina alla mia, ed esce con un vestito ricoperto da un’elegante custodia. E poi esclama: "Sono così contento di averti incontrato che desidero farti un regalo". E mi porge il vestito. "Indossalo – mi dice – e vediamo se la è taglia giusta". A disagio tolgo la mia giacca, la appoggio all’interno della sua vettura, e indosso quella gentilmente offertami. La taglia era azzeccata e gli dico: "Ma guarda io non posso accettare un regalo di questo genere". "Immaginati", risponde lui. "Sto rientrando in Italia. Queste giacche fanno parte di un campionario e preferisco non portarle di nuovo oltre confine". Vedendomi perplesso, torna in auto, esce con un’altra giacca ed esclama: "Guarda, questa è ancora più bella, prendi anche questa". Io, sempre più imbarazzato, ripeto che non mi va di ricevere regali di questo genere. Lui allora afferma: "Potresti pagarmi un pieno di benzina. Anzi, siccome sono stato derubato potresti prestarmi mille franchi". Rispondo che non ho soldi con me. Lui insiste e mi chiede se non possiamo andare a un bancomat. Poi mi chiede: "Quanto pensi che valga una di queste giacche?" Io butto là un prezzo e lui mi dimostra, listino alla mano, che valgono molto di più. Stizzito, capisco il gioco, gli rimetto la merce nella sua vettura, gli dico che ho fretta e lo lascio con freddezza. Lui mi porge un biglietto da visita, dal quale risulta che è rivenditore ufficiale di un’importante marca italiana di abbigliamento. Lo prendo e salgo a casa.
Qualche giorno più tardi incontro un amico a cui è successa la stessa storia, ma in centro mentre si riforniva di benzina. Giocando anche con lui sul senso di colpa di non riconoscere una persona amica è riuscito a spillargli i mille franchi. Lui si sentiva umiliato per esserci cascato. L’ho consolato dicendogli che anch’io ci sono andato vicino. Morale della favola? Attenzione ai sensi di colpa: a volte ci possono giocare brutti scherzi!
12.02.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il mercato milionario
che finanzia la Jihād
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I cyber guerrieri
alla guerra di Putin
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il trionfo dei cibi
prêt-à-manger
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca



ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
17.02.2017
Concorso per la nomina di vicedirettori/vicedirettrici delle scuole medie superiori
17.02.2017
Il Cantone Ticino dispone di un rating ufficiale pubblico Aa2 outlook stabile, assegnato dall’agenzia Moody’s Public Sector Europe.
15.02.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2017
10.02.2017
Rapporto d'attività 2016 della Sezione del lavoro
09.02.2017
Sono aperte le iscrizioni ai corsi maturità professionale MP2
07.02.2017
Concorso per funzioni di direzione e di vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2017/2021
02.02.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 2 febbraio 2017 alle ore 20:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
02.02.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 14 febbraio prossimo
18.01.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2016
12.01.2017
Newsletter DFP Ticinoinformazione - edizione dicembre 2016
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »









Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

“Muro umano”
in Messico
per protestare
contro Trump

Luci ai semafori
per salvare
chi usa troppo
gli smartphone

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch