Fuori dal coro
Immagini articolo
Il trucco della valigia
ma in chiave moderna
GIÒ REZZONICO


Me ne stavo tornando a casa di corsa per pranzo al termine di una movimentata mattinata di lavoro. Dopo aver parcheggiato, un signore di mezza età scende da un’automobile di grossa cilindrata targata Italia e si avvicina con un grande sorriso. Mi abbraccia e mi dice: "Ciao, come stai? Ma non ti ricordi più di me? Ci siamo conosciuti al mare…". Io, francamente, non ricordavo. Siccome però sono poco fisionomista, ho sempre il timore di non riconoscere le persone e di dare l’impressine di stare sulle mie, poco aperto e non disponibile. Mi succede, perciò, di non ricordare qualcuno, ma di rivolgermi a lui come se ci fossimo sempre frequentati. Spero così di non offenderlo, evitando di dimostrargli che proprio non mi rammento più di lui… Ebbene, quel giorno ho messo in atto questa tattica e gli ho risposto che certo mi ricordavo bene di lui. Il mio interlocutore è poi abilmente riuscito a far dire a me dove ci eravamo incontrati e cioè dove avevo trascorso le vacanze al mare. Mi sono così convinto che effettivamente lo avevo già incontrato.
Lui sale allora sulla sua vettura, la avvicina alla mia, ed esce con un vestito ricoperto da un’elegante custodia. E poi esclama: "Sono così contento di averti incontrato che desidero farti un regalo". E mi porge il vestito. "Indossalo – mi dice – e vediamo se la è taglia giusta". A disagio tolgo la mia giacca, la appoggio all’interno della sua vettura, e indosso quella gentilmente offertami. La taglia era azzeccata e gli dico: "Ma guarda io non posso accettare un regalo di questo genere". "Immaginati", risponde lui. "Sto rientrando in Italia. Queste giacche fanno parte di un campionario e preferisco non portarle di nuovo oltre confine". Vedendomi perplesso, torna in auto, esce con un’altra giacca ed esclama: "Guarda, questa è ancora più bella, prendi anche questa". Io, sempre più imbarazzato, ripeto che non mi va di ricevere regali di questo genere. Lui allora afferma: "Potresti pagarmi un pieno di benzina. Anzi, siccome sono stato derubato potresti prestarmi mille franchi". Rispondo che non ho soldi con me. Lui insiste e mi chiede se non possiamo andare a un bancomat. Poi mi chiede: "Quanto pensi che valga una di queste giacche?" Io butto là un prezzo e lui mi dimostra, listino alla mano, che valgono molto di più. Stizzito, capisco il gioco, gli rimetto la merce nella sua vettura, gli dico che ho fretta e lo lascio con freddezza. Lui mi porge un biglietto da visita, dal quale risulta che è rivenditore ufficiale di un’importante marca italiana di abbigliamento. Lo prendo e salgo a casa.
Qualche giorno più tardi incontro un amico a cui è successa la stessa storia, ma in centro mentre si riforniva di benzina. Giocando anche con lui sul senso di colpa di non riconoscere una persona amica è riuscito a spillargli i mille franchi. Lui si sentiva umiliato per esserci cascato. L’ho consolato dicendogli che anch’io ci sono andato vicino. Morale della favola? Attenzione ai sensi di colpa: a volte ci possono giocare brutti scherzi!
12.02.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ritorna la grande crisi
delle case non affittate
L'INCHIESTA

Crolla drasticamente
il numero di migranti
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Una passione comune
per il sovranismo Usa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Dietro le autonomie
solo forza economica
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'agonia del Califfato
non esclude attacchi
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
13.10.2017
Concorso letterario "Castelli di carta" – Cerimonia di premiazione, martedì 24 ottobre 2017, ore 18.30
13.10.2017
Aggiornata la pagina Protezione ABC con la pubblicazione dei dati statistici inerenti gli interventi del picchetto NOI nel 2016 [www.ti.ch/protezioneabc]
04.10.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 16 ottobre 2017.
28.09.2017
Pubblicati i dati statistici del passaggio di autobotti con merci pericolose sull'autostrada A2 presso Coldrerio nel 2016 [www.ti.ch/protezioneabc]
26.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2017
25.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2017
18.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Convocato
il parlamento
catalano
in settimana

Trump:
Apertura
dei files relativi
al caso Kennedy