function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Fuori dal coro
L'universale insegnamento
del "Siddharta" di Hesse
GIÒ REZZONICO


Una delle domande classiche contenute nei questionari volti a definire la nostra personalità è: se potessi salvare un libro solo della tua biblioteca, quale sceglieresti? Ebbene, io non ho mai dubbi quando me lo chiedono: salverei Siddharta di Hermann Hesse. E sono in buona compagnia, perché è il libro più venduto al mondo, dopo la Bibbia.
Perché questa scelta? Perché racconta una storia di introspezione, di ricerca di sé. Un tragitto che ci accompagna tutta la vita e che, durante le varie fasi della nostra esistenza, ci trova fermi, o in movimento, a stazioni diverse. Per questa ragione ho riletto più volte questo libretto in momenti particolarmente significativi. Ogni volta ne ho tratto stimoli diversi di riflessione, perché io ero un altro rispetto alla precedente lettura. L’ultima volta è stata tredici anni fa la notte prima di sottopormi a una delicatissima operazione chirurgica per l’asportazione di un tumore. Ho di nuovo riletto Siddharta in queste settimane caratterizzate da un’altra esperienza che lascerà una traccia indelebile nella mia vita, come in quella di tutti: il coronavirus e le sue conseguenze.
Il giovane Siddharta, bello e amato, dotato di una perspicacia superiore alla media, è cresciuto in una famiglia di brahmini, iniziato quindi a una rigida dirittura morale. Il padre lo vede come suo successore e brahmino di notevole spessore, in quanto ne ha tutte le doti. Ma il giovane non desidera seguire le sue orme, vuole andare oltre: decide di ritirarsi nel bosco, accompagnato da un fedele amico-discepolo, per vivere insieme agli asceti. Il padre tenta di trattenerlo, senza successo: è la determinazione della giovinezza! Ma Siddharta è inquieto e dopo alcuni anni di vita ascetica desidera vivere una nuova esperienza: la ricerca di un grande maestro che gli indichi il giusto cammino. Incontra Gotama, ma sebbene lo ritenga unico, intuisce che non troverà la risposta alla sua inquietudine in una dottrina, pur valida che sia, ma in se stesso: è la consapevolezza della maturità. Si immerge allora nella vita e ne scopre i piaceri: sesso, ricchezza, agi. Ma si sente diverso dagli altri individui, che definisce uomini-bambini perché troppo appagati dalla quotidianità; rinasce il desiderio di scoprire nuovi orizzonti, di ritornare alla spiritualità. Ma questa volta in modo diverso, consapevole che la risposta alla sua inquietudine non la troverà seguendo comportamenti o dottrine, bensì indagando dentro di sé, con un difficile lavoro di introspezione. Si convince che è necessario accettare se stessi e la propria realtà. Il punto di arrivo, ci suggerisce Hesse attraverso Siddharta (scritto all’età di 50 anni) è la saggezza: un traguardo individuale e purtroppo "non comunicabile". La scienza, ci rivela Hesse, la si può insegnare e comunicare, la saggezza no.
27.06.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'amato lingotto d'oro
che non tradisce mai
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I feroci eredi di Bin Laden
alla conquista dell'Africa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Covid-19:
convivere
con il virus
a inizio estate

Berlino
anti-razzista
in piazza
contro le violenze

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00