La Repubblica tedesca e le sue influenze in Europa
Immagini articolo
"Germania egemone
ma senza egemonia"
STEFANO VASTANO DA BERLINO


Dirige il ‘Cap’, laboratorio di politologia dell’università Maximilian a Monaco di Baviera. Dal 1987 al ’99 è stato coordinatore dei rapporti tra il governo tedesco e quello americano. Ha scritto dozzine di saggi sulla politica tedesca e sull’Europa: l’ultimo si intitola "Alla ricerca dell’anima europea". E al fondo dell’‘anima’ d’Europa e dei suoi conflitti sta, secondo Werner Weidenfeld, "il dilemma della Complessità". "Nell’era globale - dice il politologo - la realtà politica e culturale è articolata su vari piani. Purtroppo viviamo un deficit di teorie e spiegazioni plausibili, e i titoli sui giornali o le formulette demagogiche lasciano il tempo che trovano".
Per questo Weidenfeld non crede che le "metafore strette", come le chiama lui, di una ‘Kern-Europa’ - un nocciolo della Ue - o l’‘Europa a due velocità’ colgano il punto. " Il concetto di ‘Kern Europa’ è fuorviante e inattuale, incalza Weidenfeld, per capire la politica dell’Ue; meglio quello di ‘integrazione differenziata’ dei membri dell’Unione". Il perché è semplice. "Siamo realisti - spiega Weidenfeld - non si può pretendere che 27 Stati partecipino allo stesso tempo ed intensità a tutti i progetti ed iniziative". Piuttosto, vi sarà sempre un Gruppo che, per un certo periodo, affronta meglio alcune emergenze. Ad esempio, l’emigrazione. O i nodi della finanza. Le linee della difesa e di politica estera. Ma non certo un ‘nocciolo’ di Stati così omogenei - tipo: Germania più Benelux al centro del Continente - da imporsi sugli altri, più deboli e lenti, e su tutte le questioni. "La realtà è appunto più differenziata, continua Weidenfeld, e le formule del ‘nocciolo’ hanno lo svantaggio di dover definire chi, come e quanti Stati apparterrebbero  al cosiddetto ‘Kern’". Che senso ha allora parlare di una egemonia tedesca e della Kanzlerin Merkel sul resto della Ue? "Nessuno - risponde secco Weidenfeld -. L’immagine di un’Europa sotto il dominio tedesco è un incubo che non corrisponde alla realtà.
"Siamo seri: conosce forse qualche partito o politico qui in Germania che sogni un’Europa sotto il comando tedesco?". Forse, consiglia il politologo, dovremmo riflettere meglio sulle Immagini con cui dalla fine della guerra (e specie in tempi di crisi) pensiamo alla politica europea.
"Più che una reale egemonia tedesca, riassume Weidenfeld, dovremmo parlare di un predominio di certe Immagini nella nostra testa. Quella della Austerity dettata da Berlino a tutti gli altri, o la famosa Efficienza ed Ordine di stampo tedesco, e l’incubo infine di un Potere teutonico sull’Europa sono cliché dominanti dalla fine della guerra". E non appena l’Europa attraversa una crisi, ecco che la trappola dei soliti pregiudizi riscatta. Ma in realtà, pregiudizi a parte, il ruolo della Germania nella Ue non è nemmeno più (solo) quello di ‘locomotiva economica’.
"La Repubblica federale ha oggi un ruolo non più solo economico, ma anche di spinta culturale - spiega Weidenfeld- , dato che in Germania c’è la diffusa convinzione che l’Europa sia ‘conditio sine qua non’ del benessere tedesco".
L’Europa allora è più che altro "qualcosa come un valore culturale in Germania", dice Weidenfeld. Non è a caso, nell’era delle Fake news e dei populismi, ‘Time’ e ‘NyTimes’ vedono in Merkel la "Kanzlerin d’Europa". Altra ‘metafora’ che però non convince il politologo.
"Gli elogi della Merkel - conclude lui - sono complimenti, non analisi politiche. Nell’era della Complessità non c’è un politico, neanche la Kanzlerin, che da solo dipani le fila della realtà". Né una nazione o un ‘nocciolo’ che dominino l’Europa.
16.07.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le carte segrete
dello scandalo Argo1
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia riprende
ma la paura rimane
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il dialogo possibile
fra Corea e Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Europa dia più soldi
per aiutare i migranti
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.08.2017
Aggiornati i dati sulla qualità igienica delle acque di balneazione rilevati dal Laboratorio cantonale [www.ti.ch/oasi]
27.07.2017
Avviso di prudenza del 27.07.2017 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2017 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
25.07.2017
La Documentazione regionale ticinese (DRT) ha pubblicato un nuovo dossier sulla caccia e pesca in Ticino
20.07.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2017
18.07.2017
Giornate informative obbligatorie 2017
07.07.2017
Aggiornato l'elenco dei tecnici riconosciuti della polizia del fuoco [www.ti.ch/edilizia]
03.07.2017
Quinto/Cascina Rosserrora - coordinate 696/150 - Predazione 1 capra
30.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2016
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

G20:
corteo pacifico
contro
le violenze

Ankara-Istanbul:
opposizione
in marcia
per la giustizia

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch