In Florida 5 milioni di persone evacuate dalle loro case
Immagini articolo
Fuga dall'uragano
e dai venti di morte


Avanza devastante, distruggendo tutto ciò che incontra nella sua corsa. L’uragano Irma si sta dirigendo rapidamente verso le coste della Florida. Secondo gli esperti potrebbe risultare il peggiore nella storia degli Usa, dove è scattata la più grande evacuazione mai vista. Soltanto a Miami sono in fuga 660mila persone, in tutto lo Stato sono state evacuate 5,6 milioni di persone. La violenta perturbazione si trova a ridosso della Florida. "Il tempo sta scadendo. Se siete in una zona di evacuazione dovete andare adesso. Questa è una tempesta catastrofica come il vostro Stato non ha mai visto", ha dichiarato il governatore del Paese, Rick Scott. Già 10mila persone in queste ore hanno cercato rifugio nei centri di accoglienza portandosi dietro scorte di cibo, acqua e benzina.
Secondo calcoli meteo rilanciati dalle televisioni americane, Irma dovrebbe arrivare in Florida oggi, domenica, alle 8 (le 14 in Svizzera) per poi risalire verso nord e giungere in Georgia e Alabama tra lunedì e martedì. Mercoledì, secondo le previsioni, farà tappa in Tennessee. Anche per questo il governatore dell’Alabama Kay Ivey ha decretato lo stato d’emergenza. Irma nel frattempo ha attraversato la parte centrale di Cuba con raffiche di vento a 260 chilometri orari.
Insieme alla paura già si fanno i conti dei danni. E quello finale potrebbe arrivare a 200 miliardi di dollari, superiore quindi all’uragano Katrina che colpì New Orleans nel 2005 con effetti devastanti pari a 160 miliardi di dollari.
Ma non ci sono soltanto le perdite economiche. Ci sono quelle di vite umane. L’uragano Irma ha colpito soprattutto nei Caraibi, dove ha lasciato devastazione e almeno 21 morti: 11 vittime fra le isole di St. Barthelemy e St. Martin, 5 nelle Isole Vergini Usa, 1 a Barbuda, 1 nel territorio britannico d’oltremare di Anguilla, 3 morti a Portorico e 1 surfista che ha perso la vita alle Barbados.
10.09.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Il Cardio non paga
e il Mizar si arena
L'INCHIESTA

La scuola volta pagina
con lezioni di sesso
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Kerouac e i bus
direzione a Malpensa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Attacco
alla parata,
Iran:
risponderemo

Russia:
manifestanti
chiedono dimissioni
di Putin