Nuove tensioni fra la Corea del Nord e gli Stati Uniti
Immagini articolo
"O togliete le sanzioni
o riparte il nucleare"
R.C.


La Corea del Nord chiede la cessazione delle sanzioni Usa. Altrimenti metterà fine al disarmo unilaterale e farà ripartire la politica del "byungjin", lo sviluppo parallelo del programma nucleare e della crescita economica interna. Lo ha annunciato ieri, sabato, Kwon Jong-gun, direttore dell’Istituto per gli studi americani che fa capo al ministero degli Esteri coreani. Accusa gli Usa di non rispettare gli impegni sottoscritti tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e Donald Trump al summit di giugno a Singapore per la denuclearizzazione della penisola coreana.
La notizia, riportata dall’agenzia Kcna, evidenzia  l’insofferenza nei confronti degli Stati uniti che "continuerebbero a mantenere le sanzioni contro la Corea del Nord", ma lascia fuori dalla bagarre Trump. Secondo un rapporto riservato dell’Onu, reso pubblico dal Wall Street Journal in precedenza,  sarebbe però Pyongyang a non aver bloccato il programma nucleare. La Corea del Nord, sostengono gli esperti dell’Onu,  non solo "non ha messo fine al suo programma missilistico e nucleare", ma continua a violare le sanzioni imposte dall’Onu. Solo un mese fa, il segretario di Stato americano Mike Pompeo, aveva concluso la sua quarta missione a Pyongyang dopo aver incontrato lo stesso Kim Jong-Un sui temi della denuclearizzazione. In quell’occasione aveva detto d’aver concordato con il leader nordcoreano "alla prima data possibile" il secondo summit con il presidente americano Trump. Ma anche in quell’occasione non era mancato uno scambio di accuse.
Continua, intanto,  il disgelo fra le due Coree. I due Paesi  hanno deciso di informare il Comitato olimpico di una candidatura congiunta per l’edizione dei Giochi olimpici estivi del 2032. ll via libera è maturato nell’incontro tenuto il 2 novembre dalle rispettive "autorità sportive".
Nel frattempo si è aperto un altro  scenario di crisi in Medioriente, fra Usa e Iran. Dopo la decisione di Donald Trump di annunciare via Twitter una seconda tranche di sanzioni contro Teheran usando un’immagine di "Game of Thrones" ieri è arrivata via Instagram la risposta firmata dal generale iraniano Qasem Soleimani, il comandante del corpo speciale delle Guardie rivoluzionarie. Il quale ha postato una sua immagine sul social in cui appare con lo sguardo rivolto verso il basso, su uno sfondo blu scuro e la scritta "io ti affronterò", un richiamo esplicito al Re della Notte, sempre della serie "Il trono di Spade".
04.11.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
10.12.2018
Monte Mondada/Spruga-Onsernone - coordinate 686/117 - Predazione 1 capra
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile