Vertice fra i "dem" e i 5stelle per il futuro governo italiano
Immagini articolo
Conte prova a ricucire
ma è appeso a un filo
R.C.


Governo al bivio in Italia. Ancora  evidenti tensioni tra i democratici e i "5 stelle", dopo l’ultimatum del leader del movimento Luigi Di Maio, che ha evocato le urne ritenendo imprescindibili i 20 punti del loro programma. La trattativa per la formazione di un nuovo governo, pur con qualche spiraglio dopo gli ultimi incontri, resta in bilico. "Serve un chiarimento", dicono i Dem. Ieri mattina, sabato, il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, si è recato per un colloquio, inizialmente non previsto, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  È serpeggiato il timore che stia valutando la possibilità di rinunciare al mandato ricevuto.
Conte ha poi incontrato i vertici dei due partiti per la definizione del programma. Graziano Delrio, capogruppo del Pd, ha definito "inaccettabili" gli ultimatum di Di Maio. Ma, alla fine del vertice, ha detto: "Sono stati fatti passi in avanti: il presidente Conte farà la sintesi". Il capogruppo del M5s Francesco D’Uva ha buttato acqua sul fuoco, parlando di uno scontro destinato a rientrare: "Siamo fiduciosi. Si va avanti".
Ma i  punti di disaccordo non sono pochi. A partire dalla legge sulla sicurezza, per il quale il Pd ha richiesto sostanziali modifiche accogliendo i rilievi del presidente Sergio Mattarella. "Riteniamo che non abbia alcun senso parlare di modifiche ai decreti sicurezza - ha specificato Di Maio - vanno tenute in considerazioni le osservazioni, ma senza modificare  di quei provvedimenti. Non rinneghiamo questi 14 mesi di governo". Governo condotto assieme alla Lega di Matteo Salvini, che a sua volta ha chiesto a Mattarella di "mettere fine al mercato delle poltrone: convochi le elezioni e restituisca la parola e la dignità agli Italiani".
01.09.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
30.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2019
27.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Per ora fare il pieno
costerà a tutti di più
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Spagna: studiava
per colpire,
arrestato jihadista

Germania, accordo
con il Messico
per reclutare
infermieri

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00