function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Le auto
Immagini articolo
Una piccola Mini
che non si smentisce
STEFANO PESCIA


I modelli Mini John Cooper Works sono i diretti discendenti di una linea di auto da corsa create dal pionieristico costruttore di auto di Formula1 John Cooper. Il risultato è veramente ottimale; più potenza e meno peso. Un matrimonio perfetto, senza compromessi con un piacere di guida da far invidia alla concorrenza. Mai una Mini stradale si presentava così speciale e con così tanti cavalli.
La sigla Gp della terza generazione della piccola inglese a tre porte e trazione anteriore, dalla lunghezza di 3,88 metri, è esclusiva anche perché in Svizzera è proposta da 56’900 franchi e solo in un numero limitato, cento esemplari. A rendere esteticamente chiare le intenzioni del modello ci pensano i passaruota allargati e realizzati in fibra di carbonio che si sollevano letteralmente dalla carrozzeria e, nella parte posteriore, un alettone di enormi dimensioni. L’assetto è stato completamente rivisto.
Sotto il cofano ospita il 2 litri turbo a quattro cilindri, capace di sviluppare una potenza massima di 306 cavalli con una coppia massima di 450 Nm. Il cambio è  automatico a otto rapporti e permette a questo peperino di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi e di raggiungere una velocità massima di 265 km/h.
L’abitacolo della Mini Jcw Gp rinuncia al divanetto posteriore, sostituito da una barra di torsione, in grado di aumentare la rigidità torsionale dell’auto. I due sedili anteriori sono gli stessi dell’allestimento John Cooper Works e anche la plancia sembra quella di una "normale" Mini, fatta eccezione per qualche dettaglio. Il modello John Cooper Work Gp è disponibile anche nella versione Clubmann All4 (da 55’450 franchi) in un numero di esemplari limitato per la Svizzera, settanta.
26.09.2020


LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Cina un Paese-partito
frenato dai suoi leader
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La tranquilla città
del killer fantasma
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
"Le navi delle ong
attirano i barconi"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
I movimenti verdi europei
colorano la sbiadita politica
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
La protesta dei giovani
dalla piazza vada nelle urne
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

50 anni fa
moriva
Jim Morrison

Tigre:
allarme Onu
sulla carestia

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00