Condanna del candidato leghista dopo il giudizio sul Caffè
Immagini articolo
"Le parole di Ghiggia?
Davvero inaccettabili"
ANDREA BERTAGNI


Ci distanziamo da quelle affermazioni. Il giornalismo che produce notizie accertate, non importa da chi sia fatto e per chi sia fatto, resta per noi buon giornalismo". Christian Romelli, responsabile dell’informazione del Quotidiano e delle Cronache della Svizzera italiana alla Rsi, prende le distanze dalle parole usate nei confronti del Caffè dal candidato della Lega dei ticinesi agli Stati Battista Ghiggia durante la trasmissione di mercoledì 18 settembre. Alla domanda posta a Ghiggia dal giornalista in studio,  Alain Melchionda, sul perché avesse assunto una segretaria frontaliera - notizia rivelata dal Caffè nella rubrica Buona domenica - il candidato leghista ha così risposto: "Non ho mai preso posizione, perché quello è un giornale fatto da italiani per italiani in stile italiano". Romelli chiarisce anche perché, sentita la risposta di Ghiggia, Melchionda non ha replicato: "La dinamica del faccia a faccia in diretta e il fatto che il nome del settimanale non sia stato detto in trasmissione ha inibito un’immediata reazione".
Sta di fatto che le parole espresse dal candidato della Lega non sono passate inosservate al Consiglio del pubblico della Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (Corsi). "Quello di Ghiggia è stato  un giudizio molto forte - dichiara la presidente Raffaella Adobati Bondolfi - il nostro auspicio è che le trasmissioni della Rsi siano di alta qualità, in modo da garantire la pluralità di opinioni, ciò presuppone che le conduzioni rispondano ai principi di correttezza". Il presidente della Corsi, Luigi Pedrazzini, che precisa di esprimersi "a titolo personale" spiega: "È stata una risposta per attaccare chi scrive, una risposta denigratoria e sintomo di un certo malcostume del dibattito politico".
Reazioni arrivano anche dall’esterno della televisione. "Quella di Ghiggia è una battuta che lascia il tempo che trova - commenta Renato Martinoni, per molti anni professore all’Università di San Gallo -, è inaccettabile offendere gli italiani, marciando su una presunta superiorità". E Arnaldo Alberti, scrittore, aggiunge: "Non deve esistere alcuna forma di discriminazione. Io stesso mi dichiaro un italiano con il passaporto svizzero. Sono affermazioni non giustificabili". Fabio Merlini, filosofo, va ancora più in profondità. "L’idea  di volersi distinguere attraverso un’identità che non accetta il confronto è un’operazione strategica e politica che non deve esistere - dice -. Purtroppo di fronte alle fragilità della società si ripetono storicamente queste chiusure e ripiegamenti su se stessi".
Anche l’ex segretario di Stato, ed esponente del Plr, Mauro Dell’Ambrogio, avverte nella risposta di Ghiggia una tecnica ben precisa. "Nel dibattito politico - spiega - si evita la domanda scomoda, delegittimando chi la pone. È una tecnica che si commenta da sè". Infine, Pelin Kandemir Bordoli che ha abbandonato la politica, dopo essere stata presidente del Gran Consiglio, dice: "Pur essendo cresciuta in Ticino, ho vissuto sulla mia pelle le sottolineature sulla mia origine straniera. Gli intenti discriminatori e di esclusione dell’altro non possono essere accettati, anche se nascono da paure ingiustificate".
abertagni@caffe.ch
22.09.2019


Articoli Correlati
Battista Ghiggia
22-09-2019 01:00
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
02.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 ottobre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit è legata
al concetto di sovranità
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Forze turche
bombardano
per sbaglio
quelle Usa

Manifestanti
attaccano
la sede di Total
a Parigi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00