Dalla moda ai mobili, ai prodotti Denner vince il vintage
Immagini articolo
Il mondo si arrende
al nuovo gusto retrò
EZIO ROCCHI BALBI


Un po’ per nostalgia, o al contrario per riscoprire l’emozione di oggetti mai "vissuti". O forse per quel tocco di distinzione dalla massa nell’uso sempre più standardizzato. O forse ancora per la ricerca, tra tante incertezze attuali, di un passato rassicurante. Fatto sta che mai come ora l’effetto retrò funziona. E funziona dalla moda all’arredamento, dagli accessori ai prodotti hi-tech, fino alle confezioni sugli scaffali del supermercato. Come ha dimostrato il successo della linea "vintage" adottata da Denner che, in occasione dei suoi cinquant’anni, ha rispolverato confezioni che credevamo dimenticate in qualche angolo della memoria: i biscotti Kambly Caprice, lo smacchiatore Enka, il detersivo Omo in polvere, la Coca Cola nella sua originaria e classica bottiglia di vetro...
Un fenomeno trasversale che, per pura coincidenza, riaffiora in tutti gli appuntamenti internazionali che dettano le tendenze nei più disparati consumi. La moda, ad esempio, ha puntato sull’eleganza retrò sia alle ultime sfilate parigine che al Milano Fashion Week 2017. "Sì, anche se è un fenomeno ciclico, questa volta si registra una tendenza generalizzata in diverse categorie - commenta Michela Ornati, docente e ispiratrice della Fashion & Luxury Summer School di Lugano -. È una sorta di recupero rassicurante, ancorato a valori oggi dispersi dall’incertezza. E ha almeno due chiavi di lettura: quello della maturità, di chi recupera esperienze preziose della gioventù, e quello della novità, secondo il target di età, di oggetti mai vissuti nella realtà; dal giradischi al vinile, fino al cappello di piume, il vero protagonista delle passerelle, da sfoggiare in tanti colori diversi". Effetto retrò che vale tanto per il marchio americano  Stop Staring quanto per la linea della stilista russa Ekaterina Blinova, fino  agli abiti stile lingerie dai tessuti lucidi della donna di Prada. Per tacere del buongusto retrò sfoggiato dalla cantante Bianca Atzei, ritenuta la più elegante a Sanremo, che ha portato alle stelle la collezione dello stilista Antonio Marras.
"Ma la stessa tendenza ha contrassegnato l’ultimo Salone del Mobile, che di fatto detta i trend internazionali dell’arredamento - aggiunge Donato Ruggiero, docente di Marketing internazionale alla Supsi e responsabile dell’Executive master of business administration (Emba) -. Per quanto rivisitati ha rilanciato arredi, come il buffet o la credenza, di cui si era perso persino la definizione. Oltre all’effetto nostalgia gioca, in un contesto di consumo globale, il desiderio di essere unici, avere un elemento di distinzione dalla massa. E tale gusto lo si ritrova anche nei materiali, persino nella rubinetteria: quando sembrava ormai ‘condannata’ al color inox, oggi non c’è produttore che non riproponga, anche con nuovo design, l’ottone vintage di una volta".
E che dire del fascino ritrovato della Vespa?  La forma iconica del celebre scooter italiano, tra l’altro, è stata dichiarata pochi giorni fa da un tribunale unica e non copiabile. Come un’opera d’arte. Più stupefacente ancora che il sapore d’antan abbia contaminato l’avanguardia della tecnologia. E non ci riferiamo solo al grande ritorno dei long playing o al successo dello storico giradischi Technics SL-1200GR. All’ultimo Ces di Las Vegas, l’esposizione planetaria della Consumer Technology Association, in mezzo a macchine elettriche, tv in 8K e speaker levitanti si poteva passare da Kodak a ritirare una pellicola Ektachrome (fuori commercio da decenni e ora nuovamente in produzione) oppure giocare al Super Retro Boy, il Game Boy in versione moderna. Ma oltre alla Polaroid Pop, rivisitazione della vecchia fotocamera a sviluppo istantaneo, ma ora dotata di display  Lcd da 4 pollici, Wi-Fi e Bluetooth per dialogare con qualsiasi smartphone, il trionfo retrò è stato decretato dalla riesumazione del juke-box. Dopo un quarto di secolo dallo stop alla produzione l’azienda americana Crosley ha deciso di lanciare una nuova versione del dispositivo considerato di un’altra epoca. Si potranno scegliere le canzoni a distanza e suonare i brani. Naturalmente su vinile.

erocchi@caffe.ch
09.04.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La "pentola" siriana
minaccia di esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ecco le forze militari
sulla scena siriana
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il pane come simbolo
della condizione umana
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
26.04.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'8 maggio prossimo
26.04.2017
"La quiete stimola" 26 aprile 2017: giornata contro il rumore [www.ti.ch/rumore]
25.04.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da martedì 25 aprile 2017 alle ore 17.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
18.04.2017
Il Dipartimento del territorio, in collaborazione con il Dipartimento delle istituzioni, mette in consultazione il progetto di Piano di utilizzazione cantonale (PUC) che pone le basi per la realizzazione del centro di addestramento e del poligono di tiro al Monte Ceneri [www.ti.ch/dstm-consultazioni]
13.04.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2017
06.04.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 6 aprile 2017 alle ore 17.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
02.04.2017
Consiglio comunale di Bellinzona: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Municipio di Paradiso: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Consiglio comunale di Paradiso: pubblicati i risultati definitivi
02.04.2017
Consiglio comunale di Riviera: pubblicati i risultati definitivi
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siriani in Usa
divisi
sull'attacco
di Trump

Eta
il giorno
della consegna
degli arsenali

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch