Al termine matrigne ancora non s'è trovato un sostituto
Immagini articolo
Quelle quasi madri
che arrivano dopo
ROSELINA SALEMI


In swahili si dice "mama wa kambo" (letteralmente "passo di madre"), in svedese "styvmor" (madre rigida), in inglese "stepmother", termine la cui radice, sostengono gli esperti, presuppone un orfano. Andava bene quando c’erano molti vedovi… In questi tempi di famiglie, più che solide, liquide e allargate ha ancora senso parlare di matrigne e figliastre? Non ne ha nello showbiz, dove certe seconde/terze mogli belle e sexy non hanno nessuna voglia di essere definite matrigne (sinonimo di vecchiette cattive e invidiose, leggi Cenerentola).
Tina Cassel, 22 anni, pochi anni più di Deva, 15, deliziosa primogenita di Monica Bellucci e del suo ex, Vincent, le ha appena dato una sorellina, Amazonie. Potrebbero essere amiche. Hanno molto in comune: Tina è andata a Sanremo, fa la modella, e Deva ha debuttato con Dolce&Gabbana. Dakota Johnson, 29 anni, fidanzata di Chris Martin, primo marito di Gwyneth Paltrow, andava a spasso con la loro figlia teenager, biondina dai favolosi occhi blu, poco prima della rottura. Sembravano coetanee. Proprio Gwyneth ha avviato sul sito Goop un dibattito riguardo alla parola "matrigna" che proprio non le piace (lei lo sarebbe di Isabella e Brody, figli del neo-husband Brad Falchuck). La psicologa Ashley Graber propone "bonus" al posto di "step", tanto per dare l’idea di un acquisto, anziché di una perdita (la famiglia di partenza). Lo usa anche lo psicoterapeuta danese Jesper Juul nel libro "Un genitore in più". Il bonus è "il vantaggio dato dall’ingresso di un nuovo adulto nel nucleo scardinato da una separazione".
Tutto bene? Non è detto. Hilaria Baldwin che ha avuto quattro figli da Alec, dovrebbe in teoria trovare il tempo anche per la tormentata Ireland, 23, golden girl nata dal primo matrimonio del marito con l’idolo sexy Kim Basinger. All’ormai quarantenne Emma Heming (due figlie da Bruce Willis) non resta sufficiente energia per le tre ragazze che lui ha avuto da Demi Moore. Però la questione del nome riaffiora. Mamma due? Mamma Bis? Il Club della Matrigne creato da Rossella Calabrò, blogger e scrittrice ha sondato le alternative. Risultati: promadre,  madrena, maica (madre-amica) marella (madre-sorella), Mia (acronimo di Madri in adozione) mamita, altermamma (latineggiante) e matrix. Prese direttamente dai cartoni, mammola, e mammutta. Il concetto di addizione è ormai acquisito ma il ruolo non è semplice, e i confini sono da stabilire. Difficile trovare la giusta misura, sostiene Laura Pigozzi, autrice del saggio "Chi è la più bella del reame?" che spiega: "La vita è inesatta e incompleta, perciò tanto più interessante. La stoffa con cui sino fatti i rapporti umani è l’imperfezione, e le matrigne ne sono l’elogio". Non è solo questione di definizioni. In Francia il Club delle Matrigne (Club des Marâtre) esiste dal 2001, fondato da Marie-Luce Iovane-Chesneau. Nel 2008 Rachida Dati, allora ministro della Giustizia ha proposto una legge (che si è impantanata) per riconoscere un ruolo giuridico al "terzo genitore", autorizzandolo a ritirare una pagella, portare il bimbo a scuola, allo stadio o dal dottore. Nel diritto britannico, invece, Matrigna e Patrigno, dopo due anni di matrimonio con un genitore biologico, possono chiedere la "parenthal responsability". Per Laura Pigozzi, "è urgente dare un posto a ciascuno dei tre-quattro genitori". E un nome, forse…
07.07.2019


LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00