function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Il sociologo e l'urbanista e il "disagio" delle periferie
"Paghiamo gli errori
di progetti sbagliati"
MAURO SPIGNESI


Tutto è cominciato negli Anni ‘60, con l’espansione delle città ticinesi e i primi piani regolatori. Allora, salvo rare eccezioni, non c’era stata una programmazione urbanistica ma solo uno sfruttamento "intensivo" dei terreni. "Con il risultato che abbiamo sotto gli occhi. E cioè periferie e corone urbane dove mancano aree di socializzazione e soprattutto una precisa identità", spiega Fabio Giacomazzi, architetto, per anni componente del Consiglio svizzero per l’assetto del territorio. "Oggi gestire questo tessuto urbano è ancora più difficile perché bisogna fare i conti con problemi strutturali". Insomma, non basta più rafforzare la sicurezza, creare piccoli parchi strappati al cemento. "Intanto - aggiunge Giacomazzi -, per migliorare le periferie bisogna spendere, serve una volontà politica forte". E, fa notare l’urbanista, serve soprattutto una forte cooperazione tra pubblico e privato.
Ma c’è anche chi, nelle zone periferiche, vede aspetti positivi, come il sociologo Sandro Cattacin. "Sono indubbiamente zone attrattive per le persone in difficoltà - spiega -, visto che gli affitti sono più bassi e, in fondo, un po’ tutti coloro che vanno a vivere in questi quartieri si trovano nella stessa condizione. Quindi anche il rischio di discriminazione è minore. Sono luoghi che attraggono chi più sta male, dove spesso però si crea un ‘effetto comunità’ e dove scattano gesti di altruismo".
Sul fatto che spetti alla politica far sì che queste zone non diventino un ghetto, Cattacin è d’accordo con gli urbanisti. "Bisogna favorire gli investimenti, cercare di mantenere un tessuto sociale sano - osserva -. Non si tratta di investire in infrastrutture care, bisogna iniziare un lavoro sociale per creare animazione, rendere questi luoghi più attrattivi e togliere dall’isolamento le persone che ci vivono".  Per Giacomazzi, tuttavia, "se si vuole riqualificare non bisogna dimenticare che gli interventi costano. E, soprattutto, che per rimediare agli errori di ieri servono risorse".
m.sp.
08.09.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00