Da Lugano a Bellinzona i murales ridisegnano il territorio
Immagini articolo
Quando l'arte 'fiorisce'
fra le strade cittadine
ANDREA BERTAGNI


Da Lugano a Bignasco, da Bellinzona a Novaggio. Da arte di strada, in passato combattuta e odiata, ad apprezzata forma artistica capace di valorizzare case, quartieri, edifici pubblici e privati. Anche in Ticino. Parenti ricchi dei graffiti, oggi i murales colorano e ridisegnano il profilo urbano. "Forse da noi si è dovuto aspettare che il fenomeno street art esplodesse prima nel resto del mondo - osserva Christian Rebecchi, che con Pablo Togni forma il duo Nevercrew - ma oggi si può dire che stiamo riguadagnando terreno".
A Lugano, durante il cantiere del nuovo campus Usi-Supsi di Viganello, ad esempio, decine di artisti svizzeri hanno dato vita con affreschi e pitture alle recinzioni che delimitavano i lavori di costruzione. Obiettivo: proporre una riflessione collettiva sull’avvenire scientifico del cantone. Dipinti e disegni a tutta parete non mancano anche in altri punti cittadini. Tanto che il Comune ha aperto un ufficio ad hoc - Arte urbana Lugano - e uno street art tour. Un percorso che dall’ex macello fino al parco Ciani vuole incuriosire gli abitanti della città. "Oggi si è più propensi a cambiare i luoghi - continua Rebecchi -, mentre in passato quello che frenava era l’idea che uno spazio andava bene così com’era".
Novaggio è un piccolo comune del Malcantone. Eppure anche qui l’arte urbana ha preso il sopravvento. Passeggiando tra le viuzze del paese è possibile ammirare diversi dipinti sulle facciate e sui muri delle case. "Ogni opera è diversa dalle altre - spiega Rebecchi, che con Togni ha, ad esempio, realizzato un murales alle scuole di Bozzoreda a Pregassona -. Ci possono essere contenuti politici, messaggi provocatori o soltanto sollevare alcuni interrogativi. Sta all’artista immaginare e produrre il tema più adeguato".
Bignasco, in Vallemaggia, non è Las Vegas. Eppure, dopo varie esperienze internazionali, due giovani artiste di Cevio hanno dipinto un grande spazio della piscina comunale. Blu come l’acqua delle vasche, l’opera d’arte a cielo aperto è un tributo all’estate con ombrelloni, salvagenti e una giovane bagnante che tiene in mano una paperella di gomma.
L’ironia è stata al centro anche dell’affresco realizzato sulla trafficata via Motta all’incrocio con via Franscini a Bellizona nell’ambito del progetto "The Walls Bellinzona" della fondazione Kaspar e Sophie Spörri. Prevede la creazione di un’esposizione permanente di murales ad opera di artisti svizzeri e internazionali nello spazio pubblico della capitale. Alzando agli occhi al cielo, la pedana sul riale Dragonato è stata trasformata in una lunga serie di mattoncini della Lego. Dopo le matite sulla vecchia caserma dei pompieri, la street-art bellinzonese ha coinvolto anche la sede del Gruppo canoisti ticinesi di via al Maglio, che da verde militare è diventata rossa, rosa, arancione e turchese.  
"Il potenziale per un ulteriore sviluppo dei murales in Ticino c’è sicuramente - sottolinea Rebecchi -, anche se qui non esistono vere e proprie periferie, come in altre parti del mondo dove la street-art è conosciuta e apprezzata da anni, tanto da lambire i centri cittadini. Il nostro territorio presenta caratteristiche differenti, ma sono sicuro che le abitudini di molte amministrazioni comunali e degli abitanti stanno cambiando".
an.b.
08.09.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Bipartitismo in stallo
da Madrid a Londra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Praga:
la tecnologia
delle dittature
in mostra

Iran in piazza
contro il caro
carburante.
Un morto a Sirjan

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00