function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
I consigli del terapeuta per parlare di sesso in casa
"Bisogna interpretare
le domande dei figli"
PATRIZIA GUENZI


In Svizzera non manca nulla. Organizzazioni, associazioni, enti. Sia a livello nazionale che regionale, si impegnano a 360 gradi. E poi, soprattutto, Salute sessuale svizzera, un’associazione che da anni si prefigge di spiegare la nozione di educazione sessuale e di diffonderla secondo gli standard dell’Organizzazione mondiale della sanità. Il tema è fondamentale perché, sottolineano gli esperti, il 16 per cento delle donne in Svizzera ha subito violenza; poco meno di un terzo delle persone Lgbti (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuati) sono state vittime di attacchi o minacce di violenza.
Ecco perché approcciarsi con superficialità all’educazione sessuale è pericoloso. I ragazzini continueranno a rivolgersi a Internet o agli amici (vedi articolo principale). Spetta soprattutto alle famiglie intervenire. E soprattutto, spiega Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta dell’età evolutiva e ricercatore, "mamma e papà più che rispondere alle domande dei figli spesso devono chiedersi cosa ci sta dietro. Cosa spinge ad avere quel tipo di curiosità, o dubbio, perché vogliono approfondire quel dato aspetto". Pellai, in sostanza, suggerisce ai genitori un costante lavoro di scoperta. Sa bene quanto gli adulti fatichino ad entrare in contatto con i ragazzi e affrontare il tema sesso. Anche per dar loro una mano, ha recentemente pubblicato, con Barbara Tamborini, "Il primo bacio", una guida per genitori ed educatori che cercano le parole giuste per parlare di amore ai ragazzi, aiutandoli a vivere la propria affettività con consapevolezza.
E consapevolezza è l’aspetto su cui insiste Salute sessuale svizzera, proponendo un’educazione olistica, che permetta ai ragazzi di conoscere e comprendere il proprio corpo, di imparare a riconoscere e esprimere i propri bisogni, di rispettare i limiti propri e altrui e di riflettere sulle questioni relazionali in generale.
p.g.
08.09.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00