function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
La direttrice del Guardian spiega la svolta di successo
"La nostra qualità
contro le fake news"
ALESSANDRO CARLINI DA LONDRA


Fare il giornalista al Guardian più che un lavoro come gli altri è una vera e propria missione. A dirlo la direttrice del quotidiano, Katharine Viner, 48 anni. Laureata a Oxford, è il dodicesimo "editor-in-chief" dalla fondazione della testata, quasi 200 anni fa, ma soprattutto la prima donna. È stata lei a perfezionare l’impronta deontologica della redazione negli anni delle "fake news", delle bugie diffuse sui social media molto spesso da organizzazioni vicine a politici populisti, nell’epoca degli attacchi del presidente americano Donald Trump ai reporter, e al tempo di quella Brexit la cui propaganda si è nutrita anche di tante bufale diffuse in rete. "Sono tempi molto difficili e in cui si assiste a minacce continue contro la libertà di stampa - ha affermato la direttrice - in questo contesto la credibilità e l’indipendenza del nostro giornalismo sono diventati sempre più importanti".
E, come ha spiegato ancora Viner, sono spesso gli stessi lettori che si rivolgono alla redazione ricordando ai giornalisti quanto sia importante avere per loro un punto di riferimento nel Guardian a fronte di flussi di notizie spesso incontrollabili e di provenienza incerta. "La turbulenza del nostro tempo - ha aggiunto - può richiedere più tempo ad adattarci e le circostanze in cui si ottengono e riportano le notizie sono cambiate in modo drammatico per via della tecnologia ma questo momento richiede una continua considerazione di quello che facciamo e come lo facciamo".
Si può quindi cambiare molto, la veste grafica del giornale, i diversi "device" e piattaforme sulle quali le notizie vengono distribuite ma resta l’attenzione ai contenuti, la verifica delle fonti, e anche la passione per i principi liberali che il Guardian rappresenta da sempre. "Soprattutto di questi tempi - ha concluso Viner - quando c’è un terreno fertile per l’autoritarismo e i movimenti di ispirazione fascista, ed è normale che le persone si sentano ansiose e confuse".
08.09.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00