Costruito a Rotkreuz il primo palazzo coperto di verde
Immagini articolo
Con i boschi verticali
la foresta entra in città
PATRIZIA GUENZI


La natura si riprende la città. Ritorna, prepotente, in una sorta di simbiosi con il cemento. E svetta alta, si eleva per piani e piani sulle facciate dei grattacieli. Quelli più moderni, di nuova generazione, che ultimamente anche in Svizzera stanno nascendo qua e là, prendendo spunto dal "Bosco Verticale" di Milano inaugurato nel 2014, le pluripremiate due torri verdi progettate da Boeri Studio ai margini del quartiere Isola. Un anno dopo, a Losanna, erano infatti stati costruiti i 16 piani che grazie a invisibili reti di acciaio inossidabile si offrono completamente al verde. Recentissimo è il grattacielo costruito a Rotkreuz, vicino a Zugo, progetto nato nell’ambito della nuova pianificazione per la zona industriale, in corso dal 2011, a cui è stato dato il nome della dea greca della grazia, Aglaya. Ed è il più alto grattacielo svizzero con alberi e arbusti verticali.  
Sono a tutti gli effetti degli ambiziosi progetti di "riforestazione metropolitana". Attraverso la densificazione verticale del verde si propongono di incrementare la biodiversità vegetale e animale, riducendo  l’espansione urbana, contribuendo così alla mitigazione del microclima. "Sono indubbiamente costruzioni affascinanti - dice l’architetto Daniele Pronzini - che favoriscono un ambiente benefico".
Anche se i più attribuiscono all’architetto Stefano Boeri l’invenzione del Bosco Verticale, in realtà sarebbe il frutto di un’idea di un botanico creativo paesaggista francese, Patrick Blanc, che ha progettato il suo "Mur Végétal" e che ama definire i suoi progetti "un pezzo di natura invitata in città". Blanc è autore di oltre duecento grattacieli verdi nel mondo, con appartamenti, hotel, tutti abilmente integrati nel paesaggio di cemento di metropoli come Parigi, Madrid, Londra, Nuova Delhi, New York.  
Tornando a Rotkreuz, "Aglaya" si presenta con un tronco snello alla base, simile ad un albero e, a salire, fette di cemento a sbalzo come lunghi rami che sostengono il fogliame dei balconi piantati di fronte agli 85 condomini pronti ormai per essere occupati. Un variegato green che "viaggia" sulla terrazza, sul tetto a 55 metri e poi su altri quattro piani fino all’apice, a 70 metri, nella parte superiore dell’edificio, dritto verso il cielo. Una torre enorme che si inserisce bene nella realtà urbana, proprio grazie a questa divisione in "vasche" che accolgono le piante rendendo i balconi pressoché inviolabili alla vista dei vicini. "Ho qualche dubbio sulla tenuta di queste vasche, anche causa delle forti piogge temo che possano favorire delle infiltrazioni", osserva Pronzini. L’acqua piovana dai diversi tetti finisce in una cisterna sotto il grattacielo per essere distribuita nelle vasche, a cascata e a goccia. La facciata verde, un po’ come una foresta, si rigenera e aiuta anche a mantenere il clima in equilibrio, idratando l’aria e raffreddando l’ambiente circostante oltre a regalare una piacevole ombra nei mesi più caldi e afosi. Mentre in inverno, quando tutte le foglie sono cadute, i muri verdi  saranno ancora costituiti da rami, frutti e germogli.
p.g.
08.12.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
16.12.2019
L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro ha pubblicato le date dei corsi di formazione inerenti la Legge federale sul lavoro e relative Ordinanze, previsti durante l’anno 2020
12.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2019
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una legge razziale
a rischio per l'India
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

India:
il Gange
accoglie
i fedeli

Francia: a Parigi
si festeggia
il capodanno
lunare cinese

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00