function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Il parere del linguista Alessio Petralli sulle sfide dell'italiano
"Rendiamo più produttiva
e di valore la nostra lingua"
ANDREA BERTAGNI


Agli anglicisimi dominanti non solo si possono trovare alternative interessanti. Ma quasi si deve. Alessio Petralli, linguista, non è così categorico. Il suo è più di un consiglio. "Se alla parola lockdown preferiamo confinamento - dice -, ecco che possono nascere termini come semi confinamento, interessanti anche per la lingua italiana e nei fatti arricchiscono il nostro idioma".
Petralli prende l’esempio dei cittadini canadesi di lingua francese del Québec che hanno sostituito email con courriel, diffondendo il nuovo termine anche in Francia. "Ma soprattutto - precisa - in questo modo si è dato origine a un’altra parola, arricchendo il vocabolario francese: pourriel al posto di spam". Questo per dire che "se c’è uno sforzo la lingua diventa produttiva e si arricchisce". Anche perché "le parole non sono entità autonome, ma fanno parte di un sistema dove tutto si tiene".
Scegliere la propria lingua, dunque. Anche se non è la prima opzione. Impossibile? "No, francesi e spagnoli hanno ad esempio optato subito per confinamento invece di lockdown", sottolinea il linguistica.
Quindi lo sforzo è possibile. Anche perché cambiare è la regola. Come nel caso dei nuovi termini femminili introdotti nei nuovi dizionari. "Parole come sindaca o consigliera, che nella lingua italiana hanno fatto da poco ingresso nei vocabolari, in Ticino sono usate da molto più tempo e nessuno oggi si stupisce di sentirle o scriverle", dice ancora Petralli.
Nel linguaggio corrente in Ticino a stupire, per il momento, è casomai il plurale. "Sindache fa ancora fatica a essere accettato - riprende Petralli - ma non lo sarà più quando le donne alla testa dei Comuni inizieranno a essere più numerose".  
an.b.
21.11.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
14.01.2021
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2020
13.01.2021
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 25 gennaio prossimo
16.12.2020
Prova annuale delle sirene d’allarme 2021
15.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, dicembre 2020
11.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2020
09.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2020
02.12.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 dicembre 2020
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La sovranità perduta
blocca il dialogo con l'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I patti dell'intelligence
con i trafficanti di droga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: dorme
nel suo bar
per protesta
contro le chiusure

La CDU
sceglie l’erede
di Angela
Merkel

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00