Un viaggio in bicicletta da Vacallo a Hong Kong
Immagini articolo
'Insetti, scimmie, fango...
e ho ritrovato me stesso'
CLEMENTE MAZZETTA


Ha pedalato per 19mila chilometri, da Vacallo a Hong Kong. Solo. Lui e la sua bici. Robusta quel che basta, ma niente di speciale. "L’ho pagata 300 franchi e l’ho collaudata un paio di giorni prima di partire", dice Igor Meroni, 31 anni, insegnante di educazione fisica. Vive e lavora a Losanna. Quattro anni fa, in sella alla sua bici, ha attraversato due continenti nell’arco di poco più di un anno. Un viaggio di 13 mesi dal Ticino alla Cina seguito dalla Rsi, tappa dopo tappa in diretta. "Solo oggi quando lo racconto, mi rendo conto dell’impresa che ho fatto. Di quello che ho visto e vissuto". Ha toccato i Paesi del Medio Oriente. Scendendo i Balcani, arrivando in Grecia, attraversando il Bosforo. Passando dall’Iran. Pedalando in India. Risalendo dalla Cambogia, alla Thailandia, alla Cina. Scampando alle punture degli insetti, dall’acqua dei fiumi che l’hanno travolto, dalle scimmie che han fatto razzia delle sue cose. Senza ammalarsi... Poi è ritornato nel suo Paese, nella "sicurissima" Svizzera. E a Losanna gli han rubato la bici. "L’avevo lasciata incustodita, fuori da un supermercato".
Eppure era ritornato da quel viaggio con un’incredibile fiducia nel genere umano. Oltre che nelle proprie possibilità. "Alla fine - dice - mi son reso conto che una soluzione comunque si trova, in qualsiasi circostanza ci si sia cacciati". Igor, da sempre appassionato di viaggi, aveva deciso di andare a Est, perché considerava l’Asia una delle realtà fra le più interessanti, per la storia, le persone, la cultura. "Ho scelto la bici perché alla sicurezza unisce la lentezza. Dà il tempo di guardarsi in giro, di conoscere il mondo che si attraversa". Una considerazione di cui, a posteriori, non s’è affatto pentito. "Il ritmo lento di quei mesi ha favorito gli incontri. Tutto è stato positivo. In quella parte del mondo sono molto ospitali, gentili, disponibili".
Così quando gli successe di rompere l’asse del mozzo posteriore in Laos, gli bastò chiedere aiuto al primo passante. L’accompagnò in motoretta da un meccanico. Che gli saldò artigianalmente il pezzo consentendogli di proseguire. "Un viaggio lento, che avrei fatto anche a piedi se ne avessi avuto il tempo". Una convinzione profonda che l’ha portato a rifare - allungandola - l’Anabasi di Senofonte 2.500 anni dopo. Un viaggio "economico" - ha speso  6’600 franchi in 13 mesi - che gli ha cambiato punti di vista. "Non ho pregiudizi - aggiunge - ma in Iran ho conosciuto una realtà che non mi aspettavo. Ho capito che è un Paese dove è stupendo viaggiare. Mi è rimasto nel cuore. Su 41 notti che ho trascorso in Iran, sono stato ospitato 27 volte. Nei rimanenti giorni ero solo, nel deserto".
Un tempo lunghissimo che si trascorre in solitudine, che lascia spazio per pensare, per guardare dentro di sé: "Partire in bicicletta significa fare anche un viaggio introspettivo". Ma pure nelle diversità culturali, storiche, sociali del mondo. Nelle realtà più dure dell’India. Dove Meroni ha toccato con mano la povertà estrema. "Difficile da sopportare. Di fronte a quella realtà mi sono sentito quasi in colpa per il mio benessere. Anche per avere una bicicletta che la gente mi guardava con invidia. Così la prestavo facilmente a chi me la chiedeva per fare un giro. Mai avuto paura che me la rubassero". Già, l’hanno fatto a Losanna.
"La cosa più difficile del mio viaggio è stato partire. Poi una volta deciso tutto funziona. Anche se si vivono momenti preoccupanti, come mi è successo alla dogana fra il Turkmenistan e l’Iran. O all’entrata in Cina. Bisogna semplicemente restare calmi. Poi tutto si risolve. Anche nel deserto dell’Iran ho incontrato viaggiatori che si preoccupavano che avessi acqua a sufficienza. La gente è buona, gentile".    
cmazzetta@caffe.ch
24.03.2019


LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00